Bambini filosofi, il progetto modenese piace all’Europa

Fondi europei per sviluppare l’esperienza condotta in materne ed elementari di Modena. Fino al 14 dicembre primo workshop per docenti dei paesi partner di CAPs

logocomune-modenaMODENA – Le esperienze di filosofia con i bambini condotte nelle scuole elementari e materne del nostro territorio piacciono anche all’Europa. Per la realizzazione di un intervento volto a valorizzare a livello internazionale l’esperienza modenese Comune di Modena e Fondazione Collegio San Carlo hanno ottenuto complessivamente oltre 50.000 euro dal bando europeo Erasmus + che finanzia anche progetti di innovazione transnazionale nel campo della didattica.

Il progetto CAPs (Children As Philosophers), iniziato a settembre di quest’anno e attivo fino alla fine di agosto del 2019, è coordinato dal Language Education And Partnerships LTD (Regno Unito) e include, oltre al Comune di Modena e alla Fondazione Collegio San Carlo, Bliss Charity School (Regno Unito),Stiftelsen Onums Friskola (Svezia), Scoala Gimnaziala ELF (Romania), Volkshochschule Im Landkreis Cham Ev (Germania), Osnovno uchlishte Hristo Smirnenski (Bulgaria).

CAPs intende sviluppare metodologie per l’esercizio della filosofia coi bambini, attuare sperimentazioni sul campo nei diversi paesi coinvolti, promuovere la formazione e il potenziamento professionale degli insegnanti delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie.

Il progetto entra nel vivo in questi giorni: dall’11 al 14 dicembre la Fondazione Collegio San Carlo ospita il primo workshop di formazione dedicato ai docenti dei diversi partner europei del progetto.

“Le competenze acquisite – evidenzia l’Assessore a Cultura, Scuola e Rapporti con l’Università del Comune di Modena, Gianpietro Cavazza – consentiranno agli insegnanti coinvolti di ideare, sviluppare e introdurre nella loro esperienza quotidiana di educatori percorsi didattici che si avvalgono degli strumenti offerti dalla filosofia con i bambini. Strumenti che permettono agli alunni di interrogarsi su questioni rilevanti, quali la vita in comunità, il rapporto con gli altri e con la diversità, la conoscenza di se stessi, l’accettazione di regole condivise, il rispetto per l’ambiente, la gestione delle emozioni e dei conflitti e il prendere decisioni in situazioni difficili”.

L’esperienza modenese nasce infatti dalla considerazione che l’esercizio della filosofia può essere un utile strumento per sviluppare la capacità critica dei bambini, favorendo la costruzione di forme di agire collettivo improntate ai valori della convivenza pacifica, del rispetto, del dialogo e del confronto. La filosofia con i bambini incoraggia lo sviluppo di strategie per la risoluzione pacifica delle differenze, in particolar modo in un contesto multiculturale, e favorisce processi di inclusione sociale.

“CAPs dimostra che la filosofia con i bambini è una pratica che suscita interesse in Europa e che merita di essere ulteriormente studiata e promossa” afferma Giuliano Albarani, nuovo presidente della Fondazione Collegio San Carlo, esprimendo “grande soddisfazione per il finanziamento ottenuto grazie all’intuizione del precedente presidente Roberto Franchini e per il ruolo di partner scientifico che la Fondazione svolgerà”.