Audizione per i 5 candidati alla nomina nel CDA di FMAV

27
Modena, Palazzo Comunale

Lunedì 7 marzo seduta congiunta delle commissioni consiliari. La Fondazione Modena arti visive si trasformerà in fondazione di partecipazione per gestire Ago

MODENA – Sono cinque i candidati alla nomina nel consiglio di amministrazione della Fondazione Modena Arti visive (Fmav) che lunedì 7 marzo, alle 17.30 parteciperanno all’audizione da parte delle commissioni consiliari riunite in seduta congiunta, come previsto dal percorso definito dal Consiglio comunale.

È prevista la nomina di due componenti del cda di Fmav in rappresentanza del Comune e la designazione di un candidato da proporre alla Fondazione di Modena per la nomina congiunta del presidente.

Il nuovo consiglio di amministrazione di Fmav avrà il compito, come annunciato nelle scorse settimane, di guidare il percorso che porterà all’evoluzione del soggetto giuridico contribuendo a dare vita a una nuova fondazione di partecipazione. Sarà questo poi l’ente che, con l’ingresso anche di Unimore, accanto a Comune e Fondazione di Modena, sarà chiamato a gestire il patrimonio che verrà attribuito ad “Ago. Fabbriche culturali”.

Due dei cinque candidati sono componenti attuali del cda (l’avvocata Daniela Goldoni e il professor Vittorio Iervese), gli altri tre sono: Donatella Pieri, presidente dell’Istituto musicale Vecchi Tonelli; Johanna Lisa Ronco, consigliera dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Modena; Marcella Manni, titolare della galleria d’arte e della casa editrice Metronom di Modena.

La seduta congiunta con le audizioni, in collegamento online, riguarda le commissioni Risorse (presieduta da Marco Forghieri), Seta (Walter Stella), Servizi (Tommaso Fasano) e Affari istituzionali (Stefano Manicardi).