Attività antidegrado, Polizia Locale e unità cinofila di Rimini ancora in azione

Sgomberato Villino Ricci, controlli anche a Miramare

RIMINI – La Polizia Locale di Rimini con il prezioso ausilio dell’unità cinofila prosegue nella sua intensa e mirata attività di presidio del territorio, con particolare attenzione agli edifici pubblici e non che si trovano in stato di abbandono. Ultimo intervento in ordine di tempo è quello avvenuto ieri al Villino Ricci: una pattuglia della Polizia Locale con al seguito l’unità cinofila, ha proceduto allo sgombero dell’immobile, da giorni trasformato in dormitorio abusivo da tre persone.

L’operazione è avvenuta a seguito di segnalazioni dei residenti della zona e dopo una serie di controlli, sia di giorno sia in orario notturno, che hanno portato ad accertare la presenza in pianta stabile di tre persone all’interno della struttura.

Ieri al momento dell’intervento di sgombero e bonifica dello stabile, avvenuto in collaborazione con una squadra di Anthea, le tre persone non erano presenti, ma erano già state identificate e dunque segnalate alle autorità competenti.

Oltre al Villino Ricci, nelle ultime ore le pattuglie della Polizia Locale hanno continuato a presidiare altre zone della città intervenendo con controlli mirati al Parco Alba Adriatica a Miramare, alla Colonia Bolognese e in due hotel dismessi nella zona sud del territorio. “Anche in questo caso gli agenti hanno potuto contare sull’unità cinofila, che si sta rivelando di grande supporto per l’attività delle donne e degli uomini del Corpo, grazie all’effetto deterrente della loro presenza e soprattutto perché rappresentano un elemento di tutela per il personale impegnato nelle attività più delicate – sottolinea l’assessore alla sicurezza Jamil Sadegholvaad – Anche grazie all’unità cinofila la Polizia Locale può procedere con sempre più efficienza e rapidità a questa azione sul fronte dell’antidegrado che interessa tutto il territorio”.

Sempre nella giornata di ieri un’altra pattuglia della Polizia Locale era in servizio in centro storico per l’abituale attività di presidio al mercato settimanale. Nel corso della mattinata due agenti sono state raggiunte da una donna, che aveva appena subito il furto di un portafoglio dalla propria borsa mentre si stava provando degli abiti in uno dei banchi del mercato. La donna ha segnalato al personale della Polizia Locale la presenza di due ragazze, che in quel momento si aggiravano ancora tra i banchi del mercato e che si erano avvicinate ad un’altra donna probabilmente nel tentativo di ripetere il furto. Alla vista degli agenti, le ragazze hanno tentato la fuga ma sono state prontamente raggiunte dalla Polizia Locale che ha ritrovato il portafoglio appena rubato. Le due giovani donne, di nazionalità bosniaca ma residenti a Rimini e sulle quali pendevano precedenti specifici, sono state quindi denunciate per furto con destrezza.