Anas: riapre al traffico la ss 71 “Umbro-Casentinese-Romagnola” dopo gli eventi alluvionali di maggio 2023

18

Riapertura programmata per giovedì 18 gennaio e condivisa in sede di Cov nella Prefettura di Forlì-Cesena

BOLOGNA – Giovedì 18 gennaio 2024 alle ore 11.00, Anas (società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane) riaprirà al traffico della strada statale 71 “Umbro-Casentinese-Romagnola”, tra il km 227,000 ed il km 232,600, nel territorio comunale di Sarsina, in provincia di Forlì-Cesena. Il tratto era stato interdetto alla circolazione a maggio dello scorso anno a seguito degli eventi alluvionali che hanno colpito l’Emilia-Romagna.

La riapertura è stata condivisa ieri mattina nel corso di un Cov (Comitato operativo di viabilità) presso la Prefettura di Forlì-Cesena con la partecipazione di tutti gli Enti locali interessati, quali i Comuni e le Forze dell’Ordine competenti per territorio.

Il tratto stradale sarà riaperto, in modalità di cantiere e con un limite ai mezzi fino a 7,50 tonn, per consentire, salvo in condizioni di allerta meteo rossa, ai soli residenti, dei Comuni di Bagno di Romagna, Sarsina e Verghereto, ai servizi essenziali e di emergenza, di usufruire della statale, tra i km 228,555 e 229,665, dalle ore 5.30 alle ore 19.30. Lungo lo stesso tratto sarà imposto un senso unico alternato regolato da impianto semaforico tra i km 228,700 e 229,310, nonché il divieto assoluto di transito a tutti i velocipedi e motocicli.

Tali limitazioni saranno in vigore per agevolare soprattutto i flussi di traffico dei residenti, facilitando gli spostamenti casa-lavoro e i servizi essenziali ed emergenziali, sino ad oggi dirottati lungo la strada statale 3 bis “Tiberina”.

La riapertura si è resa possibile a conclusione di una opera provvisionale di presidio realizzata, in prossimità del km 229,060 circa, nell’ambito dei più complessi interventi per il consolidamento del corpo stradale che, in esecuzione, prevedono la realizzazione di importanti opere di contenimento in sottoscarpa. Il piano degli interventi sin ad oggi attuato prevede un investimento complessivo di 5,20 milioni di euro.

Nel contempo, a valle delle attività di indagini e progettazione, sono stati affidati e consegnati i lavori per il ripristino della rampa in uscita dello svincolo di Mercato Saraceno della SS 3 bis “Tiberina”, in direzione Roma con la realizzazione di importanti opere di contenimento, per un investimento complessivo di 3,10 milioni di euro.