Alla Tenda tre appuntamenti tra musica, immagini e parole

10
Lisa Manara -foto Mauro Montanari

In programma il concerto di Lisa Manara e Aldo Betto (giovedì 28 aprile), la presentazione del libro di Gianluca Di Dio (venerdì 29) e l’opera audiovisiva “Shining pieces” (sabato 30)

MODENA – Si sviluppano tra la musica, le immagini e le parole gli appuntamenti dell’ultima settimana di aprile alla Tenda, dove prosegue la rassegna culturale inserita nell’ambito delle attività proposte dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Modena. Le iniziative nella struttura di via Monte Kosica, tutte alle ore 21, sono a ingresso gratuito e l’accesso è consentito solo agli spettatori muniti di Green pass rafforzato e in possesso di mascherina Ffp2. Si consiglia la prenotazione sul sito web www.comune.modena.it/latenda.

Il calendario si apre giovedì 21 aprile con un nuovo concerto della rassegna “Crossroads”, organizzata da Jazz network in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e col sostegno del Ministero della Cultura e di numerose altre istituzioni, oltre che col patrocinio dell’Anci regionale. Sul palco Lisa Manara (voce) e Aldo Betto (chitarra) con “Four women”, live dedicato alle canzoni di Nina Simone, Miriam Makeba, Cesaria Evora e Fatoumata Diawara, dunque in un viaggio tra le sonorità blues, afro e pop. I biglietti per accedere al live costano 12 euro (ridotto a 10), acquistabili la sera dell’evento oppure online su www.crossroads-it.org  (per informazioni, 0544-405666 e info@jazznetwork.it).

Spazio ai libri venerdì 29 con un incontro di “Dialogo con l’autore”, kermesse a cura dell’associazione culturale L’asino che vola. Nell’occasione si presenta il volume “La sublime costruzione” (Voland edizioni) di Gianluca di Dio; dialoga con l’autore, originario di Parma e residente a Bologna Elisa Vignali. Tra ammalianti pescatrici, terre popolate da “sonnivori”, colossi dalla forza sovrumana e temibili maghe, si tratta di un romanzo dalla potenza odisseica, un’affascinante fantasia sul senso della vita dal sapore buzzatiano.

Sabato 30 è infine il momento delle arti visive, col vernissage dell’opera audiovisiva “Shining pieces” dei modenesi Valeria Lodesani e Luca Armocida, in arte Armony. Si tratta di un lavoro realizzato dall’unione dell’immaginario di una pittrice con quello di un compositore; l’opera si divide in tre parti, proiettate su tre supporti pittorici differenti. L’intenzione è quella di evocare un processo diviso in tre stadi esistenziali e ogni video costituisce un mondo autonomo in cui immergersi, dove lo stato emotivo si traduce con le immagini di elementi naturali e urbani. Attraverso atmosfere angoscianti e oniriche, quindi, apre allo sguardo interiore e riflette la sua epoca priva di sentire. Nel corso della serata, inoltre, è prevista l’esecuzione di alcuni brani inediti scritti, composti e arrangiati dallo stesso Armony, accompagnato sul palco da Jonathan Sorrentino alla chitarra. Infine, nella sala si potranno guardare le fotografie relative al concept del progetto.

Il cartellone completo e le modalità di prenotazione delle iniziative sono consultabili online su www.comune.modena.it/latenda e sulla pagina facebook “La Tenda”.