“Alberi Maestri”, 30 e 31 luglio al Rifugio Monte Orsaro di Villa Minozzo

32
Ph. Alvise Crovato Alberi maestri

REGGIO EMILIA – La stagione estiva SAFARI di MaMiMò termina con una performance di rara potenza che ha luogo in uno dei luoghi più belli del nostro territorio: il crinale dell’appennino tosco-emiliano. “Alberi Maestri” andrà in scena i prossimi 30 e 31 luglio a partire dal Rifugio Monte Orsaro di Villa Minozzo. Da lì, in gruppi, gli spettatori si addentreranno nella natura del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano per una camminata esperienziale durante la quale, guidati in cuffia da performer, vivranno un’intensa esperienza sonora, poetica e visiva. Un viaggio, collettivo e individuale al tempo stesso, attraverso la soglia in cui si incontrano l’universo umano e quello arboreo.

Alberi maestri è una performance itinerante ed esperienziale alla scoperta del mondo degli alberi e delle piante, principio e metafora della vita stessa. Un cammino d’incontro con il mondo vegetale, con la sua stupefacente esistenza, con la sua complessità, la sua intelligenza e la sua incredibile capacità di analizzare e risolvere situazioni complesse, di agire in rete, di affrontare traumi e aggressioni.

La performance, composizione nello spazio Michele Losi, drammaturgia Sofia Bolognini, Michele Losi, con Liliana Benini, Michele Losi, Giulietta de Bernardi, produzione Pleiadi, Campsirago Residenza in collaborazione con The International Academy for Natural Arts (NL), avrà luogo sabato 30 luglio alle ore 16.30 e 17.00 e domenica 31 luglio alle 11.00 e 11.30. Ogni gruppo sarà costituito da un massimo di 25 persone. Le cuffie senza fili necessarie per fruire lo spettacolo saranno consegnate al momento della partenza. È necessario indossare calzature e un abbigliamento adatto ad una breve escursione in montagna. Il Rifugo Monte Orsaro di via Prandicino (Monte Orsaro, Villa Minozzo) funge da ideale luogo di raduno, partenza e ritorno: lì è infatti possibile cenare, pranzare e pernottare per completare la propria esperienza di immersione nella natura.

Quanto sappiamo davvero degli alberi, della infinita complessità del mondo vegetale? In realtà quasi  nulla, e proprio per questo tendiamo a non considerarli come la parte più essenziale della vita sulla Terra. Solo gli alberi, non considerando tutti gli altri vegetali, sono 3000 miliardi sulla terra e grazie alla fotosintesi producono tutto l’ossigeno libero presente sul pianeta e tutta l’energia chimica consumata dagli altri esseri viventi. Le piante hanno molti più sensi degli animali, vivono in comunità non gerarchiche ed estremamente complesse allo stesso tempo, comunicano tra loro, si sostengono, compiono lunghe migrazioni da un capo all’altro del pianeta, sono in grado di superare traumi profondi, portano la vita laddove era scomparsa, riuscendo a rendere fertili terre e paesaggi deserti.
In Alberi maestri parola, suono, cammino, attraversamento, installazioni e contatto si fondono in un  percorso sensoriale che passa attraverso 19 quadri, dislocati lungo un cammino che varia a seconda del paesaggio. Il pubblico seguirà delle guide in un percorso che lo condurrà progressivamente fuori dal contesto urbano in cui è abituato a vivere, passando per zone dove diversi livelli di compresenza tra uomini e piante sono possibili, fino a raggiungere luoghi reali e ideali in cui la natura si è ripresa il suo spazio.

Biglietti:€ 15,00 intero,€13,00 ridotto.

Info e prenotazioni: Prenotazioni online su mamimo.eventbrite.it,  telefoniche allo 0522 383178 o via mail a biglietteria@teatropiccolorologio.com

Per prenotare pranzo/cena o pernottamento presso il Rifugio Monte Orsaro contattare il numero 329 6216576.