Al via l’anno scolastico per gli oltre 93.000 studenti delle scuole statali della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini

6

emilia-romagna-news-24FORLÌ-CESENA – RIMINI – È suonata oggi la campanella per i 93.375 iscritti, per l’a.s. 2022/2023, nelle scuole statali del territorio Romagna – Forlì-Cesena e Rimini (il 17,27% del totale regionale di 540.494 unità). In provincia di Forlì-Cesena gli iscritti sono 51.997 (46.821 al netto delle scuole per l’infanzia) mentre in provincia di Rimini sono 41.378 (37.945 al netto delle scuole per l’infanzia).

Il 40,2% della popolazione scolastica delle due province frequenta le scuole primarie, il 21,6% frequenta le scuole secondarie di primo grado e il 38,21% le scuole secondarie di secondo grado.
(Fonte: Ufficio Scolastico Regionale Emilia-Romagna)

“Inizia oggi l’anno scolastico nelle nostre province e colgo l’occasione per augurare a tutti, studenti e personale scolastico, un augurio di buon lavoro – dichiara Carlo Battistini, presidente della Camera di commercio della Romagna –. Gli anni appena trascorsi sono stati molto difficili per il Paese, e in particolare per la scuola. Nel 2021, in Italia, il tasso di uscita precoce dal sistema di istruzione e formazione si è attestato al 12,7%; in regione il tasso di abbandono scolastico è, invece, in netto calo ed è passato dal 13,2% del 2014 al 9,9% del 2021, ben al di sotto della media italiana e linea con l’obiettivo europeo del 10%. Dobbiamo continuare, perciò, a lavorare in questa direzione e resta come obiettivo prioritario quello di lavorare per un sistema territoriale della conoscenza e dei saperi che investa sulle persone, sulle loro competenze e sulle loro capacità e creatività. Dobbiamo impegnarci ancora di più per rafforzare il percorso portato avanti in questi anni nella nostra regione per garantire a tutte e tutti il successo formativo. Secondo l’ultimo rapporto INVALSI, infatti, tra il 2019 e il 2021, in Italia, il 7,5% degli studenti arrivano al diploma di scuola superiore senza le competenze minime necessarie per entrare nel mondo del lavoro e dell’Università. Un numero troppo elevato, sebbene in diminuzione nell’ultimo anno, perciò serve una scuola aperta, accogliente e sicura con percorsi e strumenti didattici innovativi che accompagnino la crescita e garantiscano una formazione di qualità. Per contribuire al raggiungimento di questi obiettivi, la Camera della Romagna è impegnata sulla linea strategica ‘Competenze,orientamento, formazione al lavoro e supporto al placement’ e prosegue la collaborazione con il sistema degli istituti superiori al fine di migliorare la connessione tra sistema scolastico e sistema delle imprese”.

La tua opinione è importante!
Aiutaci a definire il Programma pluriennale 2022-2027 della Camera di commercio della Romagna, il documento che indica le linee strategiche che guideranno la nostra azione nei prossimi cinque anni.
Partecipa alla consultazione
“Ognuno, può costruire un pezzo importante della storia della Romagna”