Al via i lavori di manutenzione straordinaria del verde pubblico

27

Palazzo Mercanti_500PIACENZA – Sono riprese nei giorni scorsi, con i lavori di leggera potatura e contenimento della vegetazione nei parchi di via Falconi e via Barbieri, le attività di manutenzione straordinaria sul patrimonio verde comunale. Nelle vie progressivamente interessate si renderanno necessarie variazioni o limitazioni alla circolazione del traffico e temporanei divieti di sosta, per consentire l’impiego di mezzi di servizio di grandi dimensioni e l’efficacia dei lavori, il cui cronoprogramma potrà subire variazioni conseguenti alle condizioni meteo. Le aree soggette a restrizioni saranno comunque segnalate da appositi cartelli.

SI COMPLETA L’APPALTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA 2022

Diversi i filoni previsti, a partire dal completamento dei lavori appaltati nel 2022 per un importo di circa 950 mila euro, la cui programmazione – interrotta per motivi tecnici legati alla stagionalità nel mese di marzo – è nuovamente in fase operativa per le alberature collocate lungo strade a traffico di media intensità. Già conclusi i cantieri nelle vie Stevani, Dionigi Carli e don Borea, in corso l’intervento in via Nure cui seguiranno via Pavia e via Broni, via Rigolli, via Uccelli di Nemi, via Della Besurica, via Faggi, via Perfetti, via Serravalle, via Della Ferma, via Duca degli Abruzzi e via Montebello.

In programma, sempre nell’ambito dell’appalto di manutenzione straordinaria del verde 2022, interventi significativi lungo arterie a grande scorrimento e punti nodali della viabilità urbana – piazzale Roma, piazzale Milano, via Boselli, via Farnesiana, via Manfredi e via IV Novembre – nonché nelle frazioni: in via Repetti a La Verza, nel giardino di San Bonico con la ripiantumazione della siepe e i lavori sulla recinzione perimetrale dell’area verde di Quarto. Ulteriori ripiantumazioni in via Casella e via Genocchi, cui si aggiungerà la sistemazione delle aree verdi interne di via Penitenti e la riqualificazione del giardino di via Gobetti, dalla potatura alla risemina del prato, dal sistema di irrigazione alle panchine.

AL VIA ANCHE I LAVORI AFFIDATI NEL 2023

Inizieranno invece nei primi dieci giorni di dicembre i lavori affidati alla ditta Euphorbia, con l’appalto di manutenzione straordinaria per il 2023, del valore complessivo di circa 800 mila euro. Già in calendario la rimonda del secco in via Emilia Parmense e via Martiri della Resistenza, per poi proseguire con le potature in via Porri, via Rossi e via Gervasi. L’attività proseguirà sino alla fine di marzo con la sistemazione delle alberature presenti lungo la sede stradale e sui marciapiedi nelle vie Damiani, Patrioti, Negri, Cella, Gorra, Calda, Del Pontiere, Casati, Chiozza, Mercati, Mischi, Pallastrelli, Sidoli, Vaiarini, Tansini, Mensi, Nastrucci, Broglio, Bessone, Inzani, Pasquali, Casati e Chiozza.

SICUREZZA IN PRIMO PIANO PER GIARDINI MARGHERITA E FACSAL

Già pronto anche il Piano operativo per la manutenzione straordinaria dei Giardini Margherita, per un impegno di spesa di circa 75 mila euro: “Un progetto importante, condiviso con la Soprintendenza come è doveroso per un parco storico monumentale”, sottolinea l’assessore Bongiorni, spiegando che si tratta di “un primo intervento volto innanzitutto alla riqualificazione e alla messa in sicurezza”. Saranno effettuate potature di contenimento della vegetazione esistente (con contestuale rimonda del secco) e, laddove necessario, si procederà all’eventuale rialzo delle chiome, con il taglio dei rami lungo il fusto sino alla prima impalcatura. Verranno messi a dimora nuovi alberi, mentre per ragioni a tutela dell’incolumità di chi frequenta l’area verde dovranno essere abbattuti alcuni esemplari adulti che non presentano più i necessari requisiti di stabilità.

Per la stessa ragione, attraverso l’appalto di manutenzione ordinaria, si dovrà procedere nei prossimi giorni all’abbattimento di cinque Platanus Acerifolia lungo il Pubblico Passeggio, identificati nel censimento delle alberature dai codici 00494, 00526, 00618, 00639 e 00800: dalle indagini Vta compiute, attraverso tomografia sonica, negli ultimi mesi, è emersa una classe di propensione al cedimento di categoria C/D, corrispondente a un fattore di rischio estremo, nonché il fatto che buona parte del tessuto vegetale risulta in stato di decadimento, con la quasi totale compromissione delle funzioni meccaniche essenziali. “Questi alberi, che in un’area a così alta frequentazione come il Facsal rappresentano un pericolo non più trascurabile – aggiunge Matteo Bongiorni – saranno sostituiti nell’autunno- inverno 2024 con la messa a dimora di varietà Vallis Clausa, resistenti al cancro colorato del platano, come autorizzato dal Servizio Fitosanitario regionale”.

SEGNALAZIONI DEI RESIDENTI, INVESTIMENTI NELLE POTATURE

“Anche in relazione alle numerose segnalazioni che riceviamo dai residenti in varie zone della città – sottolinea l’assessore – stiamo definendo le priorità per una serie di interventi mirati di manutenzione straordinaria che riguardano soprattutto aree verdi, attrezzate e non, per le quali si evidenziano criticità di varia natura: pulizia e rimonda del secco, potatura di piante che insistono anche su terreni privati adiacenti. In ogni caso – conclude Bongiorni – non si tratta di un elenco esaustivo, ma mirato a rilevare gli ambiti principali dell’attività di manutenzione, orientata innanzitutto a garantire la salvaguardia del patrimonio del verde pubblico e la sicurezza degli spazi collettivi, che ovviamente devono essere soggetti a un costante monitoraggio. Anche per questo abbiamo potenziato notevolmente gli investimenti sulle potature, ma più in generale l’Amministrazione ha compiuto uno sforzo notevole per implementare, sia nel 2022 che nell’anno in corso, tutti gli interventi manutentivi ordinari e straordinari. Le stagioni così altalenanti dal punto di vista meteorologico hanno purtroppo determinato alcuni ritardi inevitabili, che ora, grazie soprattutto al lavoro dei tecnici dell’Ufficio Verde, stiamo lavorando per recuperare”.