Al via al Museo d’Arte Cinese di Parma gli spettacoli per il progetto bambini “Leggere crea indipendenza”

17
Colori Chiari Cucina Sito Web Inserzione Facebook

PARMA – All’inizio di ogni spettacolo un personaggio, un Missionario Saveriano, raccoglitore di storie narrate e curioso ricercatore di mondi lontani, decide di accompagnare i giovani spettatori e le loro famiglie in un viaggio itinerante nei luoghi più significativi all’interno del museo. Racconterà ogni volta, sotto una luce diversa, l’importanza della trasmissione orale e delle origini di ogni continente.

Ogni spettacolo narrerà un  diverso luogo della nostra terra.

La straordinaria capacità dell’uomo di raccontare storie,  tramandandole oralmente e in seguito custodendole in pagine scritte e poi stampate, gli ha permesso di viaggiare in tempi e luoghi lontani a lui riuscendo ogni volta ad immaginare e re-inventare mondi.

domenica 24 ottobre 2021 ore 18.30

eUROPA tEATRI

AL CHIARO DI LUNA

racconti dall’Africa

con Marco Musso

regia Ilaria Gerbella

collaborazione Lucia Manghi

In scena un narratore dal nome bizzarro Atanasio, è un Missionario Saveriano. I suoi lunghi viaggi, lo hanno portano a conoscere mondi differenti e ricchi di cultura. Così si appassiona e così inizia a raccogliere miti, favole, leggende.

Oggi è qui e ci narrerà favole del grande continente Africano.

Le favole:

Il talismano dello scoiattolo

I doni della vita

Il mercante caduto nella propria trappola

La sposa bella

domenica 7 novembre 2021 ore 18.30

eUROPA tEATRI

IMMENSITA’ BLU

racconti dall’Oceania

con Marco Musso

regia Ilaria Gerbella

collaborazione Lucia Manghi

IMMENSITÀ BLU è il secondo titolo del progetto  LEGGERE CREA INDIPENDENZA, questa volta il nostro cacciatore di storie si troverà a guardare le Immensità blu dell’oceano Pacifico, qui   incontrerà personaggi che lo trasporteranno con i loro racconti in tempi antichissimi in cui il sole e la luna erano protagonisti di favole.

Le favole:

Il vincitore del sole

L’eclissi di luna

Il granchio gigante

Il segreto dell’albero sacro

domenica 28  novembre 2021 ore 18.30

eUROPA tEATRI

IL LUNGO VIAGGIO

racconti dall’America Latina

con Marco Musso

regia Ilaria Gerbella

collaborazione Lucia Manghi

L’America Latina è il continente in cui i miti, le leggende e le favole vengono tramandate di generazione in generazione, qui il nostro protagonista si avventurerà nella foresta e incontrerà figure sorprendenti come il serpente piumato, un raro uccello dalla meravigliosa coda di piume verdi.

Le favole:

Il Coniglio e la luna piena

Il prezzo della libertà

il secchio d’amore

il serpente piumato

domenica 12 dicembre 2021 ore 18.30

eUROPA tEATRI

DOVE NASCE IL SOLE

racconti dall’Asia

con Marco Musso

regia Ilaria Gerbella

collaborazione Lucia Manghi

Le favole:

Il Salice piangente

Dove nasce il temporale

La cenerentola cinese

La parola Magica

L’iniziativa è sostenuta da Fondazione Cariparma.

Costo: lo spettacolo in sé è gratuito, si paga l’ingresso al Museo: 3 euro per gli adulti, under 18 pagano 1,50 euro.

Per informazioni: www.museocineseparma.org o info@museocineseparma.org

Gli orari di apertura del Museo d’Arte Cinese ed Etnografico:

da martedì a sabato: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19

domenica: dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 19

Ingresso: € 3 (standard), € 1,50 (under 18)

Per prenotazioni visite guidate e laboratori didattici: info@museocineseparma.org

Il Museo d’Arte Cinese di Parma, voluto nel 1901 dal fondatore dei missionari saveriani e grande visionario Guido Maria Conforti (allora vescovo di Parma) proclamato santo nel 2011, rappresenta un contenitore artistico e documentario di eccezionale importanza, frutto di un lungo percorso storico. Per alcuni decenni i Saveriani operarono esclusivamente sul territorio cinese e fu proprio ai missionari presenti in Cina che il Conforti si rivolse, chiedendo loro di inviare periodicamente a Parma oggetti significativi di arte e vita locali. Dagli anni Sessanta il museo si arricchì di materiale di natura etnografica proveniente da altri paesi dell’Asia, dell’Africa e dell’America Latina, divenendo testimonianza della vita e cultura di tre continenti. Accanto alla collezione fondante di terrecotte, porcellane, paramenti, statue, dipinti, fotografie, oggettistica varia e monete rare provenienti dall’Estremo Oriente, sono infatti esposti ad esempio oggetti del popolo Kayapò, un piccolo gruppo indio dell’Amazzonia che rappresenta le tante minoranze depositarie di un immenso bagaglio di valori. Ristrutturato nel 2012 presenta un allestimento moderno ed è ricco di iniziative anche per bambini.