Agricoltura. Lavoratori agricoli e degli agriturismi esclusi dal Dl ‘Sostegni’

18

L’assessore Mammi: “Da loro massimo impegno fin dallo scoppio della pandemia per garantire a tutti noi cibo sulle tavole, non possono essere dimenticati”

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – “I lavoratori agricoli e degli agriturismi non possono essere dimenticati. Il loro impegno, fin dallo scoppio della pandemia e dal primo lockdown, è stato massimo per garantire a ognuno di noi cibo sulle tavole, l’approvvigionamento di beni alimentari nei supermercati e per l’industria di trasformazione. Lavoratori spesso ‘fragili’ o stagionali di cui è doveroso riconoscere l’impegno nell’ambito del decreto legge ‘Sostegni’”.

Così l’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi, interviene al fianco di chi lavora nei campi e negli agriturismi che non sono annoverati tra i destinatari del Dl ‘Sostegni’.

“A tutti loro– prosegue l’assessore- va la mia totale solidarietà insieme alla richiesta che rivolgo al Governo perché si occupi di questi lavoratori essenziali con adeguati ristori e tutele”.