AGORA: Se questo è Levi sabato 23 aprile a Castel Maggiore

5
se questo è levi 3 -ph Enrico Fredigoli

CASTEL MAGGIORE (BO) – Sabato 23 aprile, in occasione della Festa della Liberazione, ad Agorà (ore 21.00Teatro Biagi D’Antona di Castel Maggiore, via G. La Pira 54) con Se questo è Levi è di scena la compagnia ravennate Fanny & Alexander, fra le più originali della ricerca teatrale italiana.

Lo spettacolo, diretto da Luigi De Angelis, è uno dei capitoli del progetto Se questo è Levi, che ha ricevuto il premio Speciale Ubu 2019 e che vede come interprete Andrea Argentieri, premiato anche come miglior attore/performer under 35.

A partire dai documenti audio e video delle teche Rai e di Youtube, Andrea Argentieri veste i panni dello scrittore Primo Levi, assumendone la voce, le gestualità, le posture, i discorsi in prima persona. È un incontro a tu per tu, in cui lo scrittore, a partire dal vincolo di verità che lo ha ispirato nelle sue opere, testimonia la sua esperienza nei lager con una tecnica di testimonianza lucidissima, di scrematura della memoria, con la trasparenza di uno sguardo capace di esprimere l’indicibile a partire dal perimetro apparentemente sereno della ragione. Grazie alla tecnica del remote acting, dell’eterodirezione, sperimentata da Fanny & Alexander negli ultimi quindici anni, si compone un ritratto dello scrittore che si basa sulla domanda di quanto questa testimonianza è ancora capace di parlarci tramite la sensibilità di un attore che si lascia attraversare dai materiali originali rimasti dell’autore.

Se questo è Levi è un ritratto d’attore. È il tentativo di concretizzare l’esperienza del resoconto, a tu per tu con lo scrittore, a cui il pubblico ha la possibilità di porre delle domande. Questa parte del progetto esprime una domanda sul tema del giudizio, interroga sulla necessità della sospensione dell’odio a favore di una curiosità analitica entomologica.

Così nelle note di regia: “Si risente nella scrittura la sua necessità di testimonianza, come se i suoi testi fossero stati prima “testati” …davanti alle varie comunità di uditori che gli capitava di incontrare e a cui mai si sottraeva. E viceversa le sue interviste radiofoniche o televisive sono incredibilmente lucide, sembrano scritte nel momento in cui vengono enunciate, c’è una continuità tra l’oralità e la scrittura nelle due direzioni. Per questo abbiamo scelto di non mettere in scena le opere letterarie di Primo Levi, ma abbiamo preferito sostare nella travolgente forza della sua lingua orale, da cui scaturiscono concetti vivissimi che sembrano pronunciati per la prima volta nell’istante stesso in cui vengono enunciati dall’interprete, facendo sì che sembrano parole di oggi, delle frecce acuminate, delle risposte politiche alla zona grigia di questi tempi”.

Lo spettacolo è parte del progetto 30F&A! Trent’anni di Fanny & Alexander30F&A! un percorso lungo un anno che si articola tra Bologna e Ravenna e nasce dalla collaborazione con una fitta rete di attivatori culturali, come ERT/ Teatro Nazionale, Fondazione Teatro Comunale di Bologna, con l’allestimento del Lohengrin di R. Wagner (13-20 novembre), Ravenna Festival, con il debutto di Addio Fantasmi (12 luglio) e il polittico video / concerto The Garden (5-6 luglio), ATER Fondazione con un progetto speciale basato su Se questo è Levi, Agorà, Teatri di Vita, Ateliersi, LabOratorio San Filippo Neri, per citarne solo alcuni.

Fanny & Alexander è una bottega d’arte fondata a Ravenna nel 1992 da Luigi de Angelis e Chiara Lagani. Dalla contaminazione dei linguaggi – teatro, arti visive, letteratura, musica, cinema – la Compagnia crea spettacoli, live-performance, opere liriche e installazioni intessendo reti interdisciplinari, innescando interazioni di forme e contenuti classici con la sperimentazione e le nuove tecnologie. Tra le recenti produzioni ci sono Storia di un’amicizia, versione teatrale de L’amica geniale di Elena Ferrante, e Se questo è Levi – premio Speciale UBU 2019, reenactment di Primo Levi attraverso la tecnica dell’eterodirezione di cui Fanny & Alexander è pioniera. Nel 2021 debutta Sylvie e Bruno, liberamente tratto dal romanzo omonimo di Lewis Carroll nella traduzione di Chiara Lagani per Einaudi. Nei 30 anni di carriera, Fanny & Alexander ha ricevuto importanti riconoscimenti tra cui: Premio Giuseppe Bartolucci (’97), Premio Coppola Prati (’97), Premio speciale Ubu (2000), Premio Produzione TTV (2002), Premio Lo Straniero (2002), Premio Speciale 36mo Festival BITEF di Belgrado (2002), Premio Sfera Opera di Ricerca Cortopotere Anno Tre (2003), Premio Speciale Ubu (2005), Premio dello Spettatore 2010/11 Teatri di Vita, Premio Speciale dedicato

La stagione Agorà propone un programma costruito con uno sguardo che abbraccia la drammaturgia e la scoperta di testi inediti che richiamano percorsi e biografie di scrittori legati al territorio – questo è il filo rosso che cuce insieme i titoli scelti, con una dedica a Giuliano Scabia. Storie e figure da esplorare e conoscere, anche nel corso degli incontri e laboratori previsti. Ritorni di artisti cari, repertori di compagnie che hanno fatto storia e figure di primo rilievo del panorama teatrale regionale e nazionale.

Stagione Agorà

Agorà è la stagione teatrale itinerante nei comuni dell’Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna, giunta al suo sesto anno di programmazione. Promossa da Unione Reno Galliera e con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, direzione artistica e produzione Associazione Liberty e Unione Reno Galliera.

Al centro di Agorà un articolato progetto di teatro diffuso: spettacoli, laboratori, incontri, nuove creazioni e condivisioni con artisti della scena contemporanea, nei teatri e nel territorio degli otto comuni della Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna.

Main sponsor Unipol Gruppo e Hera; Sponsor Coop Alleanza 3.0, Coop Reno, Gruppo Camst, Lachiter, Società Dolce, Ariostea Broker, Emil Banca, Energy Group, Roboqbo, ASA Azienda Servizi Ambientali S.C.p.A

con la partecipazione di ATER, Fondazione Circuito Regionale Multidisciplinare Emilia-Romagna e E’Bal – Palcoscenici per la danza contemporanea

Media partnership RadioEmiliaRomagna

con la collaborazione di Antonio Mastrorocco, Biblioteche Associate, Istituzione Villa Smeraldi., Circolo Arcieri del basso Reno

Per informazioni:

Ingresso libero –

prenotazione consigliata

Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13

Telefono, WhatsApp e SMS: 333.8839450

biglietteria.teatri@renogalliera.it

per il programma completo:

www.stagioneagora.it  \\  www.renogalliera.it/agora

l’ingresso in sala è consentito solo esibendo il green pass. È obbligatorio essere muniti di mascherina FFP2.

 

UFFICIO STAMPA

Anna Maria Manera – PEPITApuntoCOM

 

Agorà 6- SESTA STAGIONE

stagione teatrale gennaio- maggio 2022

negli otto Comuni: Argelato, Bentivoglio, Castel Maggiore,

Castello d’Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale

con DEDICA allo sguardo visionario di Giuliano Scabia

promossa da Unione Reno Galliera

con il contributo di Regione Emilia-Romagna

*produzione Unione Reno Galliera e Associazione Liberty

Sabato 23 aprile ore 21

Teatro Biagi D’Antona

via G. La Pira, 54

Castel Maggiore (BO)

 

Se questo è Levi

Fanny & Alexander

 

IN OCCASIONE DELLA FESTA DELLA LIBERAZIONE

 

Terza parte

 

regia Luigi De Angelis

drammaturgia Chiara Lagani

con Andrea Argentieri

produzione E / Fanny & Alexander

 

Premio Speciale Ubu 2019

a Fanny & Alexander per il progetto Se questo è Levi

Premio Ubu 2019 miglior attore under 35 a Andrea Argentieri

 

Ingresso libero –

prenotazione consigliata