Adolescenti a Cesena: un convegno per presentare i risultati di una ricerca durata due anni

Ad aprire i lavori il filosofo Miguel Benasayag che parler di adolescenza e futuro venerdì 16 novembre, ore 15, nell’Aula Magna di Psicologia (Piazzale Aldo Moro)

Comune di CesenaCESENA – Si intitola “Energia e benessere nell’adolescenza” il convegno che si terrà venerdì 16 novembre, a partire dalle ore 15.00, nell’Aula Magna di Psicologia, in Piazzale A. Moro, a Cesena.

L’incontro è stato promosso da Comune di Cesena, Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna e AUSL Romagna per presentare i dati di una ricerca sull’adolescenza, fra potenzialità e problematicità, che è stata condotta per circa due anni nelle scuole del territorio, attraverso il coinvolgimento diretto di oltre 700 ragazze e ragazzi delle scuole medie.

Dopo i saluti dell’Assessora ai Servizi per le persone Simona Benedetti e del Vicedirettore del Dip. di Psicologia Università di Bologna Giuseppe Di Pellegrino, ad aprire i lavori sarà il sociologo, filosofo, psicoanalista Miguel Benasayag, autore del noto libro “L’età delle passioni tristi”, che parlerà degli adolescenti di questi tempi, sospesi fra propensione all’individualismo e vocazione naturale alla costruzione di legami e progetti per il futuro.

Toccherà poi a Elvira Cicognani, e Carlo Tomasetto, docenti del Dipartimento di Psicologia dell’Alma Mater Studiorum, che entreranno nel merito della ricerca, illustrandone metodo e risultati. A seguire, Paolo Ugolini, sociologo della salute e coordinatore del Tavolo servizi giovanili tra sociale e sanitario” dell’Ausl Romagna, parlerà di come coordinare e integrare i servizi sociali e sanitari rivolti a preadolescenti e adolescenti. Sarà poi la volta di Nadia Fellini, responsabile dei progetti internazionali della cooperativa Controvento, che interverrà “Erasmus e multiculturalità”. L’ultimo intervento è affidato alla pedagogista e ricercatrice Gabriella Giornelli del CDE “G. Zavalloni”, che ha condotto i laboratori con i ragazzi intervistati.

“Che l’adolescenza sia un momento difficile – sottolinea l’Assessora Simona Benedetti – è cosa ben nota alle famiglie e agli insegnanti. Eppure, l’esito della ricerca conferma come la maggioranza degli adolescenti cesenati viva positivamente la propria età, nonostante l’aumento recente delle tensioni sociali e la terribile crisi economica. Per questo, siamo sempre più convinti che il coinvolgimento attivo e l’ascolto degli adolescenti nella vita della città, accompagnati da una nuova stagione di servizi ed attività da far nascere per loro, debba rappresentare un obiettivo non più rinviabile. Gli sforzi condotti dalle scuole, dai comitati dei genitori, dai sempre più numerosi centri di aggregazione pomeridiani per offrire ai nostri ragazzi opportunità di studio, occasioni di buona socializzazione, valorizzazione dei talenti e delle vocazioni personali, sono una grande risorsa su cui ogni comunità deve investire. Abbiamo adolescenti dolci e coraggiosi, pieni di energia che possono – e devono – poter essere ben guidati. Pensando all’adolescenza, non cadiamo nella facile “trappola” della citazione esclusiva dei problemi, come il bullismo, le dipendenze, l’abbandono scolastico, che pure non vanno mai sottovalutati. Ricordiamoci di essere, innanzitutto, adulti facilitatori di speranza, determinazione e fiducia verso se stessi e il mondo”.