Acceso fino al 6 gennaio l’Albero dei piccoli miracoli del Teatro dell’Orsa

35

Nel quartiere del Gattaglio a Reggio Emilia, sede della Casa delle Storie, tutti i cittadini possono lasciare o prendere doni

REGGIO EMILIA – «Nel quartiere Gattaglio di Reggio Emilia, dove si trova la Casa delle Storie, da un’idea nata con la degusteria Gataj ha preso vita un Albero solidale, dei cittadini e per i cittadini»: Monica Morini racconta l’iniziativa del Teatro dell’Orsa, nata e cresciuta insieme alla comunità di Reggio Emilia, che sarà attiva fino al 6 gennaio 2021 «Abbiamo distribuito gratuitamente cento addobbi in legno che bambini, famiglie e scuole, insieme ai giovani con disabilità del Centro La Polveriera, hanno decorato. Sotto l’albero, d’intesa con ReMida, abbiamo creato il libro sospeso: volumi da prendere e lasciare, per grandi e piccoli, da riabitare con lo sguardo. Poi è nata la collaborazione con tutte le botteghe e i negozi del Gattaglio. Infine, grazie a un gruppo di mamme straordinarie, sono nate le scatole solidali con qualcosa di dolce, qualcosa di caldo, qualcosa per la bellezza e un pensiero gentile per cuori di tutte le taglie».

«È straordinaria la risposta delle persone» aggiunge Bernardino Bonzani «Anche la scuola primaria di Marmirolo e la scuola dell’infanzia comunale Robinson hanno partecipato con parole salvate e con le filastrocche del Mago di Natale. È un tempo che dice quanta capacità di cucire gli strappi esista. Un’onda solidale che dal Teatro dell’Orsa è stata supportata e accesa con gli amici del Gataj, ma resa viva e pulsante dall’indispensabile contributo di tante persone e realtà di Reggio Emilia».

«Abbiamo festeggiato leggendo le parole dei bambini e percorrendo con la musica le strade del quartiere» conclude Monica Morini «Anche nel buio è possibile riaccendere un albero di piccoli miracoli».