Accademia delle Scienze: giovedì 24 inaugura il ciclo di incontri “Persone”

19

BOLOGNA – Quali sono le prospettive naturali e irrinunciabili dell’essere umano? Cosa vuol dire mettere al centro dell’attenzione politica, sociale e istituzionale le persone?

Sono alcune delle domande a cui intende rispondere il ciclo di incontri “Persone organizzati dall’Accademia delle Scienze che si svolgeranno in presenza e online a partire da giovedì 24 marzo fino al 9 giugno.

Undici appuntamenti che vedono l’intervento di esperti su temi cruciali quali la violenza e la disuguaglianza di genere, la sicurezza e la dignità del lavoro, l’accoglienza e l’integrazione, la salute e l’emarginazione, la ricchezza e la povertà.

“Dopo la pandemia, di fronte alla tragedia della guerra c’è bisogno di un nuovo inizio, non solo sul piano economico (l’individuo) o istituzionale (il cittadino) ma soprattutto su quello di un pieno e pronto recupero delle prerogative irrinunciabili della persona” spiega Walter Tega, Presidente dell’Accademia delle Scienze. Al centro degli incontri viene posta la persona, quell’entità naturale e biologica detentrice delle prerogative umane che rimane quando l’individuo non ha risorse, non ha rappresentanza e si trova ai margini della società civile. “Occuparsi delle persone – aggiunge Walter Tega – vuol dire cambiare politica e porre la dignità umana al di sopra delle altre ragioni”.

Mettere al centro dell’attenzione politica, sociale e istituzionale le persone comporta un intervento efficace e rapido a sostegno di quelle esigenze in grado di rendere l’uomo protagonista effettivo nella costruzione di una società civile giusta.

L’Accademia delle Scienze di Bologna promuove questo ciclo di incontri avvalendosi della partecipazione di cultori e specialisti, con l’intento di riflettere sulle questioni più rilevanti che riguardano la vita e la dignità delle persone.

Apre il ciclo giovedì 24 marzo alle ore 15.00, Paola Di Nicola Travaglini, magistrato del Tribunale Penale di Roma e scrittrice che affronterà il tema di quanto pesano i pregiudizi di genere in tribunale.

Si è occupata, tra le altre cose, di reati di violenza contro le donne, reati ambientali e immigrazione. Tra i suoi libri si segnalano: La giudice, una donna in magistratura (2014); La mia parola contro la sua. Quando il pregiudizio è più importante del giudizio (2018); Codice rosso. Il contrasto alla violenza di genere: dalle fonti sovranazionali agli strumenti applicativi (insieme a F. Menditto, 2020).

PROGRAMMA:

24 marzo 2022 ore 15

Paola DI Nicola Travaglini

con Walter Tega

Giustizia e stereotipi di genere.

Credenze, luoghi comuni e pregiudizi

31 marzo 2022 ore 17

Valeria Babini

con Carla Faralli

Un caso esemplare di aggressione alla persona.

La violenza contro le donne

7 aprile 2022 ore 17

Francesco Violante – Cesare Damiano

con Patriza Tullini

Dignità e sicurezza del lavoro

13 aprile 2022 ore 17

Michele Colajanni

con Angela Montanari

Tutela della persona nei mondi digitali

21 aprile 2022 ore 17

Augusto Barbera – Paolo Pombeni

con Andrea Morrone

La persona nella Costituzione italiana

4 maggio 2022 ore 17

Stefano Zamagni – Angelo Petroni

Perché il Mainstream economico non vede la persona ma solo l’individuo

12 maggio 2022 ore 17

Pierpaolo Donati

con Paola Monari

Un nuovo Stato sociale.

Da individuo-utente a cittadino-persona

19 maggio 2022 ore 17

Vincenzo Colla

Il lavoro per i giovani: a che punto siamo?

24 maggio 2022 ore 17

Giuseppe Remuzzi

con Nicola Rizzo e Lucio Cocco

Persona e salute.

SSN: la cosa più preziosa che abbiamo

7 giugno 2022 ore 17

Franco Gallo

con Renzo Costi e Federico Carpi

Il Diritto e l’Economia.

Cittadini, persone e partecipazione

9 giugno 2022 ore 17

Luigi Manconi

con Walter Tega

Accoglienza e integrazione

Persone
L’Accademia delle Scienze inaugura un ciclo di incontri sul valore e sulla tutela della dignità umana
24 marzo – 9 giugno 2022
Accademia delle Scienze di Bologna
Via Zamboni, 31