“Abitare sociale”, Centro diurno all’avanguardia

25

Al piano terra dell’edificio la nuova struttura per persone con disabilità che per le attività disporranno anche di una parte del giardino protetto loro dedicata

MODENA – Al piano terra di “Abitare sociale”, l’edificio di residenza sociale del Comune di Modena a cui si accederà da un prolungamento dell’attuale via Forghieri, sarà realizzato un Centro diurno per persone con disabilità. Si tratta di un servizio territoriale socio sanitario a carattere diurno rivolto a persone con disabilità con diversi profili di autosufficienza, che fornisce interventi a carattere educativo riabilitativo-assistenziale.

La nuova struttura, polifunzionale e all’avanguardia, destinata a sostituire il Centro attualmente in via Luosi, è frutto di una progettazione integrata con i Servizi sociali. Si estenderà per complessivi 550 metri quadrati e potrà ospitare fino a 25 persone. L’accoglienza sarà giornaliera (dal lunedì al venerdì) e proporrà interventi volti a favorire il mantenimento e lo sviluppo di abilità nell’ambito cognitivo, dell’autonomia personale, sociale e affettiva. Nel Centro potranno essere realizzati progetti individualizzati che propongano interventi socio-assistenziali-educativi e psico-relazionali integrati in un’ottica di promozione del benessere della persona.

Oltre a un ampio spazio di accoglienza, che garantisce alle famiglie la possibilità di accompagnare e rimanere con gli utenti in un ambiente accogliente, gli spazi sono suddivisi in modo da prevedere, da una parte, le aree per l’esercizio motorio, laboratori per le attività manuali, spazi per la socializzazione e le attività ricreative, locali per il relax; al centro gli uffici per gli operatori e dall’altra parta la sala da pranzo con la relativa cucina.

Inoltre, il Centro diurno avrà accesso diretto all’area verde di pertinenza dell’edificio; una parte protetta della corte interna e infatti riservata esclusivamente agli ospiti del Centro che vi accederanno attraverso gli spazi comuni. Nel giardino all’aperto potranno quindi proseguire, in sicurezza, le attività riabilitative e di socializzazione.

A Modena sono attualmente sei i Centri diurni per persone disabili creati per rispondere ai bisogni delle persone con disabilità grave e di sostegno al lavoro di cura del nucleo familiare. Complessivamente sono 124 i posti disponibili. In attuazione della normativa nazionale e regionale, il Centro diurno persegue finalità sociali volte al recupero della persona e finalizzate al mantenimento nell’ambito familiare e nel contesto sociale di riferimento; educative per promuovere il mantenimento e il recupero delle abilità residue, lo sviluppo di nuove competenze e il miglioramento dell’autonomia; assistenziali per garantire la cura e tutela della persona; ludico-ricreative tese ad assicurare un ambiente sereno che offra occasioni per sviluppare interessi e svaghi.