A Vignola domani sera è grande jazz con il “12 Tones Collective”

Sabato 7 Dicembre nuovo appuntamento della rassegna Jazz in’It Live at Stone Cafè

VIGNOLA (MO) – Continua a Vignola, trascinata dal successo di pubblico, la rassegna Jazz in’It Live at Stone Cafè e lo fa, Sabato 7 Dicembre con l’esibizione del “12 Tones Collective”.
L’ ensemble nasce nel 2014 per volere del compositore ed arrangiatore Roberto Sansuini, con l’intento di far rivivere il formato della cosiddetta Little Big Band, ossimoro con il quale si usa definire una big-band di dimensioni ridotte. Questo tipo di formazione fu abbastanza popolare negli anni cinquanta grazie alla sua capacità di ricreare un sound simile a quello di una big-band, caratterizzato da sonorità che possono spaziare dalla delicatezza di un gruppo cameristico fino al forte impatto dato da una grande formazione. Forse sorta con l’esigenza di limitare i budget, la Little Big Band, grazie al lavoro di grandi arrangiatori quali Marty Paich, Lennie Niehaus, Benny Golson, Gerry Mulligan e tanti altri, ha col tempo acquisito una sua identità ben precisa ed il repertorio presentato dal “12 Tones Collective” è in linea proprio con questa tradizione.

Tutti i brani sono arrangiamenti originali di standard assai celebri, scritti per mano di Roberto Sansuini e quello che ascolterà sarà un omaggio al repertorio strumentale di Parker, Coltrane, Monk, Mulligan e tatni altri, insomma, un viaggio che esplorerà gli anni dell’hard-bop da un lato e del cool dall’altro.

Il gruppo, composto da 12 tra i più affermati musicisti a livello nazionale e non solo, è formato da 4 saxofoni, 3 tromboni, 2 trombe e sezione ritmica.
Il concerto si terrà a Vignola allo Stones Cafè alle ore 22.00. Ingresso gratuito.

Roberto Sansuini
Nato a Parma nel 1966, Roberto Sansuini frequenta il Conservatorio della sua città natale, diplomandosi in Tromba, Didattica della Musica e Composizione. Successivamente consegue il Diploma di perfezionamento in Composizione presso l’Accademia Naz.le di S.Cecilia di Roma sotto la guida del M°Franco Donatoni.
Nel 1993 vince una borsa di studio per giovani compositori bandita dalla SIAE e nel 1995 vince il 1° premio (unico premio assegnato) del Concorso Internazionale di Composizione “Valentino Bucchi” di Roma con un brano per quartetto d’archi.
Nel corso degli anni l’interesse e la passione per la musica jazz lo orienta sempre di più verso l’attività dell’arrangiatore e nel 2007 vince il 1° premio del Concorso “Piacenza Jazz Arrangers” (nella edizione dedicata a John Coltrane) e risulta finalista nelle edizioni 2006, 2007 e 2008 del Concorso Internazionale di Arrangiamento e Composizione Jazz “BargaJazz”.
Ha collaborato con molti importanti musicisti provenienti sia dal jazz che dalla musica classica (F. Boltro, A. Ricciardi, G. Munari, Corrado e Andrea Giuffredi, M.Vignali. M.Marzi, F. Mondelci, M. Pierobon, ecc.). Suoi lavori sono stati eseguiti, oltre che in Italia, in Austria, Svizzera, Spagna, Slovenia, Ungheria e Russia.
È arrangiatore/direttore stabile della “Twelve Tones Jazz Orchestra” un ensemble di dodici elementi che annovera alcuni tra i più significativi giovani talenti della scena jazzistica italiana.
È docente di Composizione presso il Conservatorio di Musica di Parma.

12 Tones Collective – Formazione
Cristiano Arcelli, Marco Ferri, Giovanni Contri, Michele Vignali : Saxofoni
Humberto Amésquita, Federico Pierantoni, Valentino Spaggiari : Tromboni
Tiziano Bianchi, Matteo Pontegavelli – Trombe
Emiliano Pintori – Pianoforte
Francesco Angiuli – Contrabbasso
Enrico Smiderle – Batteria