A Ritrovar le Storie questa sera in scena a Campogalliano (MO)

29

Il fortunato spettacolo di Monica Morini, Bernardino Bonzani e Annamaria Gozzi narra di un paese dove le parole si sono perdute e di una piazza che si ritrova a raccontarsi

CAMPOGALLIANO (MO) – «Nel paese di Tarot le parole si sono rimpicciolite, ma un giorno un saltimbanco arriva sulla piazza con un carretto bislacco capace di riaccendere le storie. Fiabe, fole e memorie di infanzia si intrecciano e portano la meraviglia»: Monica Morini e Bernardino Bonzani del Teatro dell’Orsa introducono A Ritrovar le Storie, spettacolo che sarà in scena martedì 28 luglio alle ore 20.45 in Piazza Castello a Campogalliano, a pochi chilometri da Modena, nell’ambito della Festa del Racconto 2020.

«Ogni essere umano è portatore di serbatoi di memoria e immaginazione, il filo d’oro della narrazione cuce insieme le vite» aggiungono gli artisti «Tra le storie si ride delle paure superate, del nostro inciampare goffo nella vita e degli sciocchi che a volte acchiappano la fortuna per la coda. Si trattiene il fiato nell’oscurità del mare, fino a riemergere nello stupore della vita che è tonda e sempre ricomincia come le storie che camminano sempre. Parole e racconti si alimentano a vicenda, chiamano domande. I racconti svelano l’invisibile, le parole attraversano i confini, si allungano e corrono tra vecchi e bambini, opposte estremità della vita».

A Ritrovar le Storie, progetto speciale selezionato al Festival I Teatri del Sacro e ospite di numerosi Festival nazionali e internazionali, è ispirato all’omonimo libro di Annamaria Gozzi, Monica Morini e Daniela Iride Murgia (Edizioni Corsare), opera finalista al prestigiosissimo Premio Andersen e vincitrice del Premio Elsa Morante “Il mondo salvato dai ragazzini”.

Mario Bianchi, decano dei critici teatrali italiani e massimo esperto di teatro ragazzi del nostro Paese, in merito allo spettacolo interpretato da Monica Morini, Bernardino Bonzani e Franco Tanzi sintetizza: «Un inno al nostro passato, in un presente che ha dimenticato il senso delle parole e del loro più intimo significato. Le storie vengono espresse in un interscambio di accenti dai due interpreti con grande adesione emotiva. Protagonisti sono i santi, gli animali, gli elementi della natura e finanche la morte».

In caso di pioggia, lo spettacolo sarà presentato all’Oratorio San Rocco di Campogalliano (MO).

Per iscrizioni: 059 526176, biblioteca@comune.campogalliano.mo.it.

Info sulla Compagnia: http://www.teatrodellorsa.com/.