A Modena l’incontro “Europa, dalla frammentazione all’identità politica” con l’europarlamentare Marco Zullo

6
MarcoZullo – Conferenza

MODENA – Otto luoghi, otto temi, otto occasioni per confrontarsi e ridurre la distanza fra le istituzioni europee e i cittadini. È questo l’obiettivo dell’europarlamentare indipendente Marco Zullo (Renew Europe), che ieri è riuscito a portare il progetto europeo “Conferenze sul futuro dell’Europa” in ben otto cittadine italiane, dal nord al sud, creando dei veri e propri tavoli di discussione ai quali hanno partecipato persone di età, professione ed estrazione sociale differente.

Presente all’incontro di Modena, città nella quale attualmente risiede, l’europarlamentare ha aperto il dibattito sul tema della frammentazione. Argomento ampio e complesso, che ritroviamo a diversi livelli in maniera trasversale e che condiziona fortemente la ricerca di una solida identità europea. L’obiettivo è stato dare ai partecipanti, professionisti in diversi ambiti, piccoli spunti sulla complessità istituzionale e contestualmente raccogliere i loro suggerimenti rispetto alla frammentazione che vivono e gestiscono del loro quotidiano.

“Assieme al mio gruppo di lavoro, sentiamo sempre più l’esigenza di coinvolgere i cittadini in quelli che sono i temi e le decisioni dell’Europa, ma per farlo bisogna ascoltarli e coinvolgerli in maniera attiva. Da qui, l’idea di portare in Italia questa importante iniziativa dell’Unione Europea, e creare diversi incontri mirati su tematiche specifiche nate dai territori che hanno deciso di aderire”. “Questo progetto – continua Zullo – ci permette di realizzare una linea di comunicazione semplice e diretta, ed è in grado di far parlare il territorio con il territorio e con chi ha la possibilità di intervenire, supportare e coordinare le istanze, europee e non solo”.

Dal nord di Gorizia al sud di Potenza, i tavoli di discussione hanno messo in luce tematiche attuali e trasversali, ad unirle un comune denominatore: la sostenibilità, vista non solo dal punto di vista ambientale, ma anche economico e sociale.