A Cattolica il 18 agosto il concerto PFM CANTA DE ANDRE’

54

CATTOLICA (RN) – L’Arena della Regina di Cattolica si trova in Piazza della Repubblica a Cattolica, il grande piazzale a forma circolare che ospita anche il Teatro della Regina.

L’Arte torna a brillare in questa particolare estate e sul palco all’aperto che nel corso degli anni essa ha ospitato eventi estremamente prestigiosi, saranno in scena 3 spettacoli con alcuni tra i protagonisti più amati della scena artistica italiana.

A cura della ADManagement di Alessandro De Luigi, società di organizzazione eventi nota a livello nazionale, l’Arena della Regina ospiterà il 18 agosto il concerto PFM CANTA DE ANDRE’, il 25 agosto lo spettacolo di Claudio Bisio e Gigio Alberti ‘ Ma tu sei felice’ e il 28 agosto il concerto evento ‘ MORRICONE HISTORY’.

Radio Bruno è la radio mediapartner della rassegna .

Inizio degli spettacoli è previsto alle ore 21.30.

i posti sono tutti seduti ma non numerati e verranno assegnati la sera stessa, sulla base del settore acquistato, in ottemperanza al distanziamento sociale considerando l’eventuale appartenenza al nucleo familiare e/o conviventi

Info Line: 340-7271065

Prevendite attive su Ticketone.it

18 AGOSTO PFM CANTA DE ANDRE

In occasione del quarantennale dei live “Fabrizio De André e PFM in concerto” e a vent’anni dalla scomparsa del poeta, PFM – Premiata Forneria Marconi, in primavera, tornerà sui palchi di tutta Italia con “PFM canta De André – Anniversary”, un tour per celebrare il fortunato sodalizio con il cantautore genovese e riproporre una serie di concerti dedicati a quell’evento. Per rinnovare l’abbraccio tra il rock e la poesia, alla scaletta originale saranno aggiunti anche brani tratti da “La buona Novella”.

“PFM canta De André – Anniversary” avrà sul palco una formazione spettacolare, con due ospiti d’eccezione: Michele Ascolese, chitarrista storico di Faber, e la magia delle tastiere di Flavio Premoli.

Fabrizio disse: «La nostra tournée è stata il primo esempio di collaborazione tra due modi completamente diversi di concepire e eseguire le canzoni. Un’esperienza irripetibile perché PFM non era un’accolita di ottimi musicisti riuniti per l’occasione, ma un gruppo con una storia importante, che ha modificato il corso della musica italiana. Ecco, un giorno hanno preso tutto questo e l’hanno messo al mio servizio…».