29 settembre: all’Università di Parma la giornata di studi “Mythos: persistenza e attualità dell’antico”

16

Dalle 9 nell’Aula Magna della Sede centrale. Nel pomeriggio workshop nel Plesso di via D’Azeglio

PARMA – S’intitola Mythos: persistenza e attualità dell’antico la giornata di studio in programma per giovedì 29 settembre all’Università di Parma, organizzata dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Ateneo con il Patrocino della Delegazione di Parma dell’Associazione Italiana di Cultura Classica.

Oggi le competenze interdisciplinari sono sempre più richieste anche a chi si occupa di studi umanistici, e la classicità costituisce un campo di indagine privilegiato grazie alla sua capacità di veicolare un sapere trasversale, che non riguarda solo gli studi di settore ma che permette di delineare un quadro culturale d’insieme anche per percorsi di studio affini. In particolare, alcuni aspetti della classicità che costituiscono le basi della cultura occidentale moderna e contemporanea, come ad esempio il mito, possono divenire uno strumento di “codifica” importante dal punto di vista artistico e letterario, e permettere l’acquisizione di nuove declinazioni del sapere.

La giornata prenderà il via in mattinata nell’Aula Magna della Sede centrale, dove a partire dalle 9 è previsto un seminario di studio. Interverranno Camillo Neri dell’Università di Bologna (Vegliare e sorreggere: un mito… non ancora finito), Donatella Puliga dell’Università di Siena (Miti di ieri, emozioni di oggi: percorsi possibili), Roberto Mario Danese dell’Università di Urbino (Cinemitografie: il mito classico e le sue riscritture filmiche), Giuseppe Martini dell’Istituto Nazionale di Studi Verdiani (Cantatemi, o Divi: il mito nel melodramma). Il seminario sarà moderato da Anika Nicolosi, docente di Lingua e letteratura greca all’Università di Parma e referente scientifica della giornata di studi, che proseguirà nel pomeriggio (ore 15-17) nell’Aula B del Plesso D’Azeglio con un workshop tenuto da laureati dell’Università di Parma.

Sarà riconosciuto 1 CFU di frequenza agli studenti iscritti al Corso di laurea magistrale in Storia e critica delle arti e dello spettacolo dell’Università di Parma. La partecipazione alla giornata – organizzata da soggetto qualificato MIUR – è valida come aggiornamento per gli insegnanti, che potranno iscriversi agli incontri attraverso la piattaforma S.O.F.I.A.