22°ERF: l’Orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini il 15 luglio a Codigoro

18
Orchestra-dellEmilia-Romagna-Arturo-Toscanini-ph.-Luca-Pezzani

CODIGORO (FE) – Venerdì 15 luglio, a Codigoro (FE) nel Parco San Guido Abate dell’Abbazia di Pomposa, l’Orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini, Istituzione Concertistico-Orchestrale di rilevanza nazionale, con Mihaela Costea, violino solista e concertatore, proporrà al pubblico un programma dai toni commoventi, elegiaci, romantici, a volte languidi oppure arguti, ma anche inaspettatamente “scatenati”.

Il concerto si aprirà con la Romanza, scritta nel 1928, all’età di trent’anni, dal compositore italo-inglese “timido ma pieno di poesia” Gerald Finzi (così come lo definiva il suo maestro), poi ci si immergerà nella classicità viennese dell’ottocento, quando la città era impregnata di musica e nelle strade si potevano ascoltare serenate fino a sera inoltrata. La serenata costituiva una delle cosiddette musiche notturne con forme che alternano movimenti di danza a passaggi solistici: ne è un esempio Eine kleine Nachtmusik, l’ultima delle serenate di Mozart che l’Orchestra eseguirà sottolineandone il fascino unico e pieno di eleganza. Del genio salisburghese è anche il pezzo centrale: il Concerto per violino e orchestra in la maggiore K 219, una composizione pervasa da una grande espressività melodica, un gusto per l’orchestrazione in continuo divenire e, se il fascino cantabile prevale, non mancano episodi di segno diverso: in particolare il Rondeau con lo scatenato e inaspettato finale nello stile “alla turca”.

L’Orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini (OERAT), costituita a Parma nel 1975, è considerata una delle più importanti orchestre regionali italiane: composta da 47 musicisti stabili, è costantemente impegnata in una prestigiosa e ininterrotta attività lirica e sinfonica, e nel contempo si dedica a una intensa e capillare azione di promozione e valorizzazione del patrimonio musicale tra le nuove generazioni. Dal 1982, con il consenso degli eredi, porta il nome del grande direttore Arturo Toscanini. Ha partecipato a produzioni d’opera con artisti come Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi e Pier’Alli; ha vinto due Premi Abbiati ed è stata protagonista di tournée interna­zionali e ospite di numerose trasmissioni radiofoniche e televisive in tutto il mondo.

Mihaela Costea, bambina prodigio che a tre anni reclamava un violino come unico giocattolo, si è diplomata in violino con il massimo dei voti e la lode sia presso la Scuola d’Arte “Bancila”, sua città natale, sia presso il Conservatorio di Musica “G. Rossini” di Pesaro. Si è trasferita in Italia nel 1993 e dal gennaio 2000 ricopre il ruolo di primo violino di spalla e di solista presso l’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna e della Filarmonica Arturo Toscanini. Ha studiato con grandi maestri, fra cui Salvatore Accardo, che l’ha definita “personalità di notevole carisma, dotata di enormi qualità musicali, di una tecnica brillantissima e di un suono di estrema bellezza e colore”. In Italia ha vinto numerosi concorsi tra cui il Concorso Internazionale di Biella e il Concorso di Stresa. Suona un antico prezioso strumento costruito a Venezia nel 1690 dal liutaio di origine altoatesina Matteo Goffriller.

In caso di maltempo verrà data comunicazione di nuova sede/data o cancellazione attraverso i canali ERF

Grazie al sostegno di:

Comune di Codigoro – Musica Pomposa

Ingresso
Ingresso gratuito, fino a esaurimento posti; non è prevista prenotazione

Programma

GERALD FINZI

Romance per archi op. 11

WOLFGANG AMADEUS MOZART

Concerto in la maggiore per violino e orchestra K. 219

Serenata in sol maggiore n. 13 “Eine kleine Nachtmusik” K. 525

Curricula artisti

L’Orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini, costituita a Parma nel 1975, è riconosciuta dal­lo Stato Italiano come Istituzione Concertistico-Orchestrale di rilevanza nazionale dal 1977.  Dal 1982, con il consenso degli eredi, porta il nome del grande direttore Arturo Toscanini.

Oggi considerata una delle più importanti orchestre regionali italiane, l’Orchestra dell’Emilia-Ro­magna, composta da 47 musicisti stabili, è costantemente impegnata in una prestigiosa ed ininterrotta attività lirica e sinfonica, ed è ormai emblema della cultura musicale del territo­rio a supporto delle attività liriche dei Teatri di tradizione e dei Festival della Regione.

L’OERAT si dedica, inoltre, ad una intensa e capillare attività di promozione e valorizzazione del patrimonio musicale tra le nuove generazioni.

Negli anni si è avvalsa della direzione musicale di Piero Bellugi (1980/81), Gunter Neuhold (1982/85), Vladimir Delman (1986/88), Hubert Soudant (1988/91), Gianandrea Gavazzeni (1992/96), Patrick Fournillier (1998/2000) e a partire da l 2014: Francesco Lanzillotta (2014/ 17), Alpesh Chauhan (2017 / 19) e dall’autunno 2019 Enrico Onofri.

Vincitrice di due Premi Abbiati (nel 1982 e nel 1986) è stata protagonista di tournée interna­zionali nelle più prestigiose città europee, nordamericane ed asiatiche e ospite di numerose trasmissioni radiofoniche e televisive in tutto il mondo.

Ha partecipato alle produzioni d’opera direttamente allestite dalla Fondazione Arturo Tosca­nini con artisti come Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi e Pier’Alli, molte delle quali (AidaTra­viataRigolettoNabuccoI Vespri siciliani) edite in DVD nelle maggiori collane nazionali ed internazionali di marchi come Decca, Ricordi, Fonit Cetra, Ermitage ed Eca, per cui ha anche realizzato numerose registrazioni discografiche.

Mihaela Costea si è diplomata con lode sia presso la Scuola d’Arte “Bancila” della sua città natale per poi perfezionarsi alla Scuola Musicale di Saluzzo e all’Accademia “Stauffer” di Cremona, studiando con Salvatore Accardo, Mariana Sirbu, Vadim Brodski, Giuseppe Prencipe e Lia Pirvu. In Italia ha vinto numerosi concorsi tra cui il Concorso Internazionale di Biella e il Concorso di Stresa e dal 2000 ricopre il ruolo di primo violino di spalla e di solista della Filarmonica Toscanini. Inoltre è stata spalla dei secondi violini nella London Philarmonic Orchestra e Charles Dutoit l’ha invitata dal 2006 al 2008 a partecipare in qualità di docente di violino e musica da camera al Canton International Summer Music Academy in Cina) e, per lo stesso incarico, al Festival Lindenbaum a Seoul. Ha suonato come spalla dei primi violini nell’Orchestra Stanislavskij di Mosca, nella BBC Symphony, Royal Philarmonic, al Teatro San Carlo di Napoli, al Teatro alla Scala di Milano; con illustri interpreti quali: Yuri Temirkanov, Riccardo Muti, Mstislav Rostropovich, Itzhak Perlman, Lorin Maazel, Gidon Kremer, André Previn, Vladimir Jurowski. Un assiduo impegno solistico l’ha porta ad affrontare i principali capolavori barocchi, classici e romantici e del repertorio del Novecento i Concerti per violino di Weill, Barber, Bernstein, Korlngold e Corigliano. Come solista, collabora con assiduità con il direttore Lawrence Foster e come spalla con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Suona un violino Matteo Goffriller del 1690.

WWW.EMILIAROMAGNAFESTIVAL.IT

XXII EMILIA ROMAGNA FESTIVAL

MUSIC HAS NO BARRIERS

5 luglio – 9 settembre 2022

ORCHESTRA DELL’EMILIA-ROMAGNA

ARTURO TOSCANINI

MIHAELA COSTEA, violino solista e concertatore 

Venerdì 15 luglio – ore 21.15

Codigoro – Parco S. Guido Abate, Abbazia di Pomposa