In 200 a Monte Sole nella Giornata contro la droga

67

Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII logoLa raccolta di poesie della comunità terapeutiche Apg23

Sedersi sopra ad un tronco
senza paura del burrone che c’è giù
solo, sopraffatto, ma non del tutto.
A.T.

MARZABOTTO (BO) – Lunedì 26 giugno oltre 200 ragazzi impegnati nei cammini di liberazione dalle dipendenze arriverà a Monte Sole (BO).

I ragazzi saranno accompagnati dagli operatori dalle 22 comunità terapeutiche che la Comunità Papa Giovanni XXIII ha in Italia (12 sono quelle all’estero); celebreranno l’annuale Festa dell’In(ter)dipendenza, in occasione della Giornata mondiale di lotta alla droga e al narcotraffico.

Monte Sole è terra di martiri: è stata bagnata dal sangue di quasi 800 donne, vecchi e bambini che vennero trucidati dai nazisti tra il 29 settembre e il 5 ottobre 1944. Oggi Monte Sole è un memoriale ed un parco, in cui la vita è rinata.

Giovanni Paolo Ramonda , presidente dell’associazione fondata da Don Benzi, spiega il percorso terapeutico: «Le giovani vittime delle dipendenze pagano il prezzo dei vuoti e delle ideologie della nostra società. A Monte Sole ritroveranno un po’ la vita, grazie ad un percorso nella memoria che dura tutto l’anno e che aiuta a riscoprire la propria identità. Per uscire dalla droga, dal gioco e dall’alcool serve soprattutto la ricostruzione di relazioni umane autentiche. Con i nostri volontari ed i nostri operatori diamo voce al loro sogno di una liberazione fisica ed interiore, per la quale tutti insieme ci stiamo battendo».

​La giornata si snoderà alla scoperta del Memoriale di Monte Sole con appuntamento alle 9.45 al Centro visite Il Poggiolo. Dalle 14.30 alle 17.00 il momento di dialogo e confronto prenderà spunto dalle testimonianze, dal teatro e dalla poesia: verrà presentata la raccolta completa di 215 testi in rima ed in prosa che sono stati scritti dai ragazzi durante l’anno.