13-14 ottobre: convegno internazionale “Memory and Performance: Classical Reception in Early Modern Festivals (15th-18th Century)”

15

PARMA – Si terrà il 13 e il 14 ottobre a Parma il convegno internazionale Memory and Performance: Classical Reception in Early Modern Festivals (15th-18th Century), nell’ambito del progetto internazionale La ricezione classica nelle arti performative di Università di Parma, University College of London (UCL) e Oxford University.

Il progetto, diretto da Francesca Bortoletti (Unipr) e Giovanna di Martino (UCL, Archive of Performances of Greek and Roman Drama/Oxford University), mira a valorizzare il patrimonio culturale materiale e immateriale, grazie alle sinergie di una comunità di studiosi e artisti di fama nazionale e internazionale insieme a studentesse studenti universitari e liceali delle città coinvolte.

Il convegno si svolgerà il 13 ottobre nel Palazzo della Pilotta (Sala Conferenze dei Voltoni, ore 9.30-17.30) e il 14 ottobre nell’Aula Magna dell’Università (ore 9.30-17.30). L’apertura dei lavori il 13 ottobre con i saluti istituzionali di Diego Saglia, Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma, e delle curatrici Francesca Bortoletti e Giovanna Di Martino.

Il progetto, che ha ricevuto un grant del programma W.I.D.E d’Ateneo, il supporto delle Unità di Arte, di Lettere e di Antichistica dell’Università di Parma, del Centre for Early Modern Exchanges (UCL) e della A. G. Leventis Foundation (UK), e la partnership del Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo – CAPAS dell’Università, dell’Archive of Performances of Greek and Roman Drama (Oxford) e del Centro Interateneo sulla Memoria delle Arti Performative (MAP – Roma, Parma, Genova), proseguirà con una seconda tappa a Londra, alla University College of London e all’IOE Drama Studio, il 20-24 febbraio 2023.

Informazioni sul programma e prenotazioni al link

https://www.ucl.ac.uk/early-modern/news/2022/sep/register-parma-memory-and-performance-classical-reception-early-modern-festivals