Un Bando pubblico del Comune di Ferrara per incentivare l’aggregazione d’impresa e innovare attività commerciali e artigianali

Prevista una dotazione finanziaria di 50mila euro a fondo perduto

bando-presentazioneFERRARA – Ha una dotazione finanziaria di 50mila euro e si propone di sostenere la costituzione di reti d’impresa e di supportare servizi innovativi in attività imprenditoriali. E’ il “Bando pubblico del Comune di Ferrara per la concessione di contributi a sostegno delle attività imprenditoriali di commercio, somministrazione, artigianato site nel territorio comunale” illustrato  nella mattinata di martedì 11 ottobre in residenza municipale dagli assessori comunali al Commercio Roberto Serra e al Lavoro/Attività produttive Caterina Ferri e dalla dirigente comunale del Servizio Commercio, Attività Produttive e Sviluppo Economico Evelina Benvenuti.

“Con questo bando – ha affermato l’assessore Roberto Serra – si vuole incentivare la collaborazione fra le imprese e sostenere al tempo stesso le attività del commercio e dell’artigianato. Fidiamo di completare le assegnazioni entro quest’anno a fronte anche del fatto che il bando copre un’ampia gamma di interventi in grado di intercettare le molte esigenze degli operatori e della rarità delle assegnazioni a fondo perduto”.

“Il bando sarà attivo già questa settimana e pubblicato sul sito del Comune di Ferrara. – ha poi aggiunto l’assessora Caterina Ferri – L’iniziativa nasce dall’impegno dell’Amministrazione comunale a sostenere l’aggregazione delle imprese per renderle più forti. Si tratta di un progetto destinato in particolare a premiare i servizi innovativi, gli stessi in grado di favorire la mutazione e il rafforzamento di imprese storiche.”

Bando pubblico del Comune di Ferrara per la concessione di contributi a sostegno delle attività imprenditoriali di commercio, somministrazione, artigianato site nel territorio comunale

– AMBITI DI INTERVENTO
1. sostegno alla costituzione di reti d’impresa
2. – servizi innovativi alla clientela attraverso la creazione di canali di vendita anche utilizzando nuove tecnologie (ad esempio: servizi di consegna a domicilio con veicoli commerciali e/o anche attraverso l’impiego di tecnologie on line)
– rinnovamento arredi e attrezzature dell’esercizio (Es. : banconi, tavolini e sedie, vetrine, luci ecc..)

– RISORSE
La dotazione finanziaria prevista per il presente bando è pari complessivamente a € 50.000,00.

– SOGGETTI BENEFICIARI

AMBITO DI INTERVENTO 1) – Reti d’Impresa

• raggruppamenti con utilizzo della forma giuridica di “contratto di rete” ai sensi del comma 4- ter dell’articolo 3 della legge n. 33/2009 e dell’articolo 42 del decreto legge n. 78/2010, convertito nella legge n. 122/2010, già costituiti alla data di presentazione della domanda, a partire dal 1.01.2016

Ciascun raggruppamento può presentare domanda di contributo per un solo progetto. Ogni impresa può partecipare ad un solo raggruppamento.

AMBITO DI INTERVENTO 2) – Innovazione

Le Imprese – di seguito individuate – con sede legale e unità operativa nel Comune di Ferrara :
• le imprese del commercio (Esercizi di vicinato)- dell’ artigianato – Pubblici Esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che alla data di presentazione della domanda :

– risultano costituite ed iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio di Ferrara ed altresì attive;
– per le imprese artigiane risultano iscritte all’Albo degli Artigiani
– risultano intestatarie del titolo necessario allo svolgimento dell’attività presso il Comune di Ferrara;
– per le imprese di somministrazione e artigiane risultino avere al massimo n. 2 dipendenti a tempo indeterminato;
– esplichino la stessa attività da almeno 8 anni con lo stesso titolare nel Comune di Ferrara.
Ogni Impresa può presentare una sola domanda.

– SPESE AMMISSIBILI A FINANZIAMENTO

AMBITO DI INTERVENTO 1) – Reti d’Impresa

Sono ammesse a contributo (al netto di IVA e di altre imposte e tasse) le spese sostenute a partire dal 1.01.2016 al 31.01.2017 (farà fede la data del documento di spesa) relative a:

a) spese notarili (escluse le spese per bolli, tasse o imposte) e di registrazione sostenute per la formalizzazione del contratto di rete ;
b) costi per la realizzazione di progetti di comunicazione e marketing digitale, che prevedano l’utilizzo di nuovi processi comunicativi e/o modelli di business con riferimento al contratto di rete ;
c) costi per l’acquisto di hardware e di software, finalizzati alla costituzione e al funzionamento operativo della rete , ad esclusione di spese per prodotti di telefonia mobile e altri device portatili quali tablet, notebook e simili;

Non sono, inoltre, ammesse:

– le spese oggetto di fatturazioni tra/verso le imprese componenti il raggruppamento, o da parte di soci, amministratori o procuratori con poteri di rappresentanza delle imprese facenti parte dello stesso.

AMBITO DI INTERVENTO 2) – Innovazione

Sono ammesse a contributo (al netto di IVA e di altre imposte e tasse) le spese e sostenute a partire dal 1.01.2016 al 31.01.2017 (farà fede la data del documento di spesa) riconducibili agli interventi previsti dal bando:

a) relative all’acquisto di veicoli commerciali e/o spese per l’impiego di tecnologie on line per servizi di consegna a domicilio;

b) relative ad altre tecnologie e servizi (es.: modalità di pagamento elettronico, rivendita biglietti per mezzi pubblici ecc..);

c) interventi straordinari nei locali di svolgimento dell’attività (insegne, decori, arredi, banconi, tavoli e sedie, vetrine, apposizione di tende parasole, luci ecc…);

d) acquisto di beni strumentali, strettamente pertinenti alla specifica attività merceologica esercitata;
e) acquisto o rinnovo di attrezzature di protezione degli accessi ai locali in cui sono esercitate le attività d’impresa (serrande e saracinesche, cancelli collocati a chiusura di protezione delle aperture di facciata degli stessi.
Categoria di Spese non ammissibili:
– le spese di gestione ordinaria, ripetitive e riconducibili al normale funzionamento dell’impresa

– ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

AMBITO DI INTERVENTO 1) – Reti d’Impresa

Il contributo concesso a fondo perduto coprirà il 100% delle spese ammesse ed effettivamente sostenute dalle imprese del raggruppamento per la realizzazione del progetto (al netto di IVA e di ogni altra imposta e/o tassa):
– con riferimento a reti di imprese costituite a far data dal 1.01.2016., fino al valore massimo assoluto a favore dell’intero raggruppamento – non di ogni singola impresa aderente – di 3.000 euro;

AMBITO DI INTERVENTO 2) – Innovazione)

Il contributo concesso a fondo perduto è pari al 50% dell’importo complessivo delle spese ammissibili sostenute (al netto IVA e di altre imposte e tasse), sino ad una misura massima di contributo di 5.000 euro.

– TERMINI E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Trasmissione delle domande

La domanda redatta su apposita modulistica, (scaricabile dal Sito Internet del Comune di Ferrara) da riprodurre in formato immodificabile PDF, con sottoscrizione digitale (estensione .p7m o pdf firmato) del legale rappresentante dell’impresa di riferimento/soggetto richiedente dovrà essere inviata esclusivamente quale allegato a messaggio di Posta Elettronica Certificata (PEC), al seguente indirizzo di posta elettronica certificata del Servizio Commercio del Comune di Ferrara:
– commercio@cert.comune.fe.it

Ove l’interessato non disponga di adeguati strumenti informatici e telematici (collegamento internet, firma digitale, ecc.) è ammesso il conferimento di apposita procura speciale (reperibile tra la modulistica del bando),
E’ esclusa qualsiasi altra modalità d’invio, pena l’inammissibilità della domanda.

RENDICONTAZIONE

Le rendicontazioni finali dovranno essere presentate utilizzando l’apposita modulistica disponibile sul sito internet del Comune di Ferrara , la data ultima per le rendicontazioni sarà determinata in sede di pubblicazione del bando.

Le modalità d’invio consentite in sede di rendicontazione sono: Posta Elettronica Certificata con le medesime modalità di redazione della domanda di partecipazione – cfr art. 9. Presentazione delle domande di contributo – (farà fede la data di invio), raccomandata con avviso di ricevimento (farà fede la data del timbro postale di spedizione) o consegna a mano presso Il Servizio Commercio Via Boccaleone, 19, Ferrara) (farà fede la data del timbro di ricezione).
Alla modulistica di rendicontazione (debitamente compilata) dovrà essere allegata copia dei titoli di spesa (Fatture ecc….) relativi agli interventi realizzati accompagnati dalla documentazione giustificativa della spesa e attestante l’avvenuto pagamento, costituita da:
– copia del bonifico bancario o postale, – copia estratto conto che attesti l’avvenuto trasferimento di denaro, – copia delle ricevute di pagamento con modalità elettroniche (bancomat o carta di credito).
L’erogazione del contributo è subordinata alla verifica della regolarità del DURC, con riferimento a tutte le imprese coinvolte .

La mancata presentazione della rendicontazione finale con trasmissione della documentazione e degli idonei giustificativi delle spese complessive sostenute, entro il termine ultimo stabilito dal bando, ai sensi di quanto sopra specificato, determinerà la revoca del contributo concesso.