Rimini, 20 gennaio: festa di San Sebastiano, patrono della Polizia Municipale

Il bilancio dell’attività del 2015 del CorpoAlfa-Romeo-Polizia-Municipale

RIMINI – E’ una mole di dati non solo quantitativa quella che emerge dal report sull’attività svolta nel 2015 che ieri il Comando della Polizia municipale del Comune di Rimini ha reso noto in occasione della festa di San Sebastiano, patrono del Corpo della Polizia municipale.

Sono decine e decine i campi d’intervento dove il personale del Corpo è impegnato, centinaia di migliaia gli atti, le notifiche, le ordinanze, gli interventi, i controlli, i servizi effettuati nel corso del 2015.

“Un quadro d’insieme – ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvaad – che fa impallidire i luoghi comuni, che più di mille chiacchiere o polemiche ci restituisce cosa realmente rappresenti il Corpo della Polizia municipale per la nostra Città. Un Corpo impegnato notte e giorno, tutti i giorni per garantire con la nostra sicurezza lo stesso vivere civile della comunità. Un’attività a tutto tondo che investe tantissimi momenti della nostra vita di cittadini. In particolare nel 2015 l’attenzione si è concentrata verso la sicurezza stradale, il contrasto all’abusivismo commerciale, i controlli sugli abusi edilizi, una più assidua presenza sul territorio. Per questo mi sento di ringraziare gli uomini e donne della Polizia municipale, per la capacità, la professionalità, l’abnegazione con cui s’impegnano a renderci tutti più sicuri. Un sentimento che nasce anche dall’impegno con cui questa Amministrazione, specie in un anno che ha visto la riorganizzazione funzionale dell’ intero Corpo della Polizia municipale, cercando di sviluppare ulteriormente aggiornamenti e competenze.”.

Sono 230 gli uomini e le donne della Direzione Polizia municipale, dal Comandante al Vice Comandante, ai Sostituti Commissario (2), agli ispettori (21), agli agenti, (184 tra Agenti, Agenti Scelti, Assistenti, Assistenti Capo, Sovrintendenti di cui 28 part time), completata dalla collaborazione degli ausiliari del traffico (6) e di 15 “civili”.

Un’attività, quella svolta nell’anno 2015, che riconferma l’impegno profuso dal Corpo della Polizia municipale riminese nei campi d’intervento istituzionalmente preposti.

Polizia stradale

Nel dettaglio sono stati quasi 80.000 i veicoli controllati nell’attività di Polizia stradale nel 2015 che ha portato all’accertamento di oltre 77.384 atti di violazione alle norme del Codice della Strada. 273 sono state le patenti ritirate su strada, 398 le segnalazioni per il ritiro, 410 i documenti ritirati tra carte di circolazione e certificati d’idoneità tecnica, 292 le prove alcoolimetriche effettuate, così come 2014 i controlli con l’autovelox e il telelaser per la velocità in area urbana. Tra gli atti contravvenzionali al Codice della Strada, da segnalare anche 139 notizie di reato nonché 425 sequestri di veicoli. Oltre all’attività di controllo e repressione quella relativa agli incidenti stradali rilevati dagli agenti che, nel corso del 2015, sono stati 1484, di cui 813 con feriti e 5 mortali. Accanto a questo impegno l’attività di presidio della viabilità, il presidio delle scuole, i soccorsi agli utenti in difficoltà (46). 155 inoltre i veicoli rubati recuperati.

Polizia amministrativa e sanitaria

Altrettanto impegnativa nei numeri e nei fatti l’attività nel campo della Polizia amministrativa, che quest’anno è stata caratterizzata da un impegno diverso e più efficace specie nell’attività di contrasto all’abusivismo commerciale in spiaggia che, con 1838 interventi verbalizzati, ha portato a risultati maggiormente positivi non solo dal punto di vista numerico (comunque da record). Accanto a questi, nello stesso ambito, sono stati 160 i controlli antiabusivismo effettuati in altre aree, 1973 i controlli commerciali che hanno prodotto 254 notizie di reato conseguenti, 948 verbali di contestazione amministrativa. Nel campo dei sequestri 1049 sono stati quelli penali mentre 455 quelli amministrativi. Presidiati anche i mercati ambulanti su cui sono stati effettuati anche 391 controlli.

Polizia edilizia e ambientale

L’attività in materia edilizia e ambientale si è articolata in ben 3477 controlli effettuati, mentre 1662 sono stati quelli sui cantieri edilizi. Un’attività di controllo del territorio in campo edilizio-ambientale che ha generato 293 notizie di reato, 120 verbali di contestazione amministrativa, 12 cantieri edilizi sequestrati.

Polizia giudiziaria

Complessivamente, nel quadro dell’attività di Polizia giudiziaria d’iniziativa o delegata, il personale di Polizia municipale ha effettuato 2875 servizi e indagini. 7098 sono state le persone controllate, 68 gli accompagnamenti per l’identificazione, 44 le persone foto segnalate, 10 gli accompagnamenti con espulsione. 33 sono state poi le persone arrestate e 229 le notizie di reato inoltrate all’Autorità giudiziaria.

Contravvenzioni e Contenzioso

Sono 77.384 le violazioni al Codice della Strada elevate dal personale della Polizia municipale nel corso del 2015 che conferma il trend in forte discesa già rilevato negli scorsi anni quando dai 125.753 del 2010 si è passati ai 80.670 del 2014 (erano 118.750 nel 2011; 91.951 nel 2012, 84.198 nel 2013). In particolare calano le sanzioni per il Vigile elettronico che dai 37.759 del 2010 scende a 15.614 del 2015 ed anche i Vista-red da oltre 6.000 degli anni passati a 4.451 di quest’anno. Stabili i verbali di Polizia amministrativa per la violazione delle norme in materia di commercio, attività ricettive, pubblici esercizi, regolamenti comunali (2.229 nel 2015).

Controllo del territorio

Da segnalare infine accanto a tutta l’attività amministrativa (basterà ricordare che sono state nel corso dell’anno 6686 le pratiche informative evase, mentre 2079 le notifiche effettuate) e a quella di rappresentanza, le altre attività di controllo del territorio comunale. Sono stati 1839 i controlli relativi alle norme del Regolamento di Polizia Urbana, 129 gli interventi per il rispetto dell’obbligo di sbarramento delle case abbandonate. 555 sono stati poi i servizi di controllo delle aree verdi, mentre 2061 quelli relativi a insediamenti di nomadi ed extracomunitari.

Non solo, per il rispetto del divieto di effettuare la domanda di prestazioni sessuali a pagamento sono stati 62 i verbali contestati nel corso dell’anno, così come 111 sono stati quelli elevati per il rispetto del divieto di effettuare e partecipare al gioco delle tre carte.

Un quadro complesso, quindi, che si integra e completa con altre voci come i controlli relativi al fenomeno dell’inquinamento acustico (363), i controlli sulla vendita di alcolici in orari non consentiti (207), ed anche i servizi di presidio fisso del territorio finalizzati alla sicurezza stradale (2897) e quelli effettuati durante manifestazioni (830).

“Sento pertanto il dovere di rinnovare a tutto il personale in forza al settore – ha concluso l’assessore Sadegholvaad – un sentito ringraziamento per l’abnegazione profusa, senza la quale , in moltissimi casi condotta ben al di là del mero dovere d’istituto, non sarebbe stato possibile concretizzare gli obiettivi raggiunti. Un grazie che vorrei estendere, infine, alle altre Forze dell’ordine e ai componenti del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza presieduto dal Prefetto di Rimini, senza la cui collaborazione e professionalità i risultati numerici raggiunti non si tradurrebbero in maggior sicurezza per i nostri cittadini.”