Qualità dell’aria: il 5 Novembre seconda domenica ecologica a Rimini

Per i veicoli più inquinanti limitazioni alla circolazione nel territorio comunale

liberiamo l'ariaRIMINI – Scattano domenica 5 novembre con la seconda ‘domenica ecologica’ in programma le limitazione alla circolazione dei veicoli privati nel territorio del Comune di Rimini, previsti dal Piano Aria Integrato Regionale (PAIR 2020) e dal Nuovo Accordo di Bacino Padano.

Le limitazioni prevedono il blocco dei veicoli più inquinanti anche durante la domenica, oltre che dal lunedì al venerdì durante la settimana, dalle ore 8.30 alle ore 18.30 per gli autoveicoli e veicoli commerciali a benzina Euro 0 ed Euro 1; gli autoveicoli e veicoli commerciali diesel Euro 0, Euro 1,Euro 2 ed Euro 3; i ciclomotori e motocicli Euro 0.

Le prossime ‘domeniche ecologiche’ in calendario sono quelle del 7 gennaio, 4 febbraio e 4 marzo.

Non cambia l’area interessata dalle limitazioni, che comprende tutta la zona urbana a mare della statale 16.

Sarà garantito il transito nelle arterie di collegamento ai parcheggi di scambiamento (come piazzale Caduti di Cefalonia, Centro Ausa, Valturio, via Fantoni e parco Don Tonino Bello), alle strutture ospedaliere, di ricovero e cura, compreso l’intero asse mediano (la direttrice ‘Fila dritto’).

Sono inoltre state individuate deroghe specifiche per alcune tipologie di veicoli e di utenti, come le famiglie con una fascia Isee inferiore a 14mila euro e i veicoli per l’accompagnamento degli alunni a scuola.

Inoltre sono esclusi dai provvedimenti i mezzi che effettuano il car pooling.

Il testo integrale dell’ordinanza – che contiene nel dettaglio tutte le tipologie di veicoli ai quali si applicano le limitazioni alla circolazione, i veicoli e le categorie oggetto di deroga, nonché i tratti di strada esclusi dalle limitazioni, i provvedimenti emergenziali – sarà consultabile a breve sui siti internet www.comune.rimini.it, www.riminiambiente.it o www.liberiamolaria.it.

Per ulteriori informazioni è possibile inoltre telefonare all’Ufficio Relazioni con il Pubblico al numero 0541 704704.