Polizia Municipale di Cesena, bilancio dell’attività svolta nel 2015

Oltre 17mila veicoli controllati; ritirate 135 Alfa-Romeo-Polizia-Municipalepatenti; rilevati 731 incidenti stradali; ispezionati più di 750 esercizi commerciali; accertate 188 violazioni amministrative di carattere ambientale

CESENA – Sono alcuni dei dati contenuti nella relazione sull’attività svolta nel 2015 dal Corpo intercomunale di Polizia Municipale di Cesena – Montiano, che il comandante Giovanni Colloredo illustrerà questa sera alla Commissione consiliare competente.

“E’ tradizione che ogni anno, in vista del 20 gennaio, quando si celebra S. Sebastiano, patrono degli agenti di Polizia locale, – sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi – la PM tracci un bilancio dell’anno appena concluso. Ma quello di quest’anno è un appuntamento particolarmente significativo per la Polizia Municipale di Cesena. Infatti, negli ultimi dodici mesi ha trovato piena attuazione la riorganizzazione del servizio avviata dal Comandante Colloredo. Una riorganizzazione caratterizzata da una maggiore flessibilità, da una struttura più orizzontale, basata su gruppi di lavoro di 6-9 unità e meno gerarchica, ma soprattutto più orientata al dialogo con i cittadini e a una maggior presenza e a un maggio controllo sul territorio.

E così sul fronte dl rapporto con gli utenti, solo per citare alcuni provvedimenti, è stato ampliato l’orario di apertura al pubblico dell’Urp attivo presso il Comando, è stata migliorata la gestione delle segnalazioni, è stato rafforzato l’impegno per l’educazione stradale nelle scuole; invece, la volontà di una maggiore presenza sul territorio si è tradotta in un progetto specifico per il servizio serale nella fascia oraria 19-2, e nell’istituzione del nucleo di Pronto intervento. E naturalmente, in questo contesto, è proseguito il rapporto di collaborazione con le altre forze di polizia del territorio che ha visto la nostra Polizia Municipale a svolgere servizi congiunti in 26 occasioni e rispondere, solo negli ultimi sei mesi, a 93 richieste di intervento arrivate dalle sale operative di Carabinieri, Polizia Stradale, Vigili del Fuoco, Commissariato”.

Il rafforzamento della sorveglianza del territorio nel corso del 2015 si è tradotto in 2952 posti di controllo e nell’attività di perlustrazione che ha portato sulle strade le pattuglie per 3416 volte. In questo ambito, al controllo del centro urbano sono state dedicate 1291 ore e al servizio in bicicletta 331 ore.

Nel corso dell’attività di pattugliamento sulle strade sono stati controllati 26.691veicoli, sono stati sottoposti al test per la guida in stato di ebbrezza1452 automobilisti, sono stati effettuati 2511 controlli specifici rivolti all’autotrasporto.

In questo contesto, la violazione contesta più di frequente è stata quella per omesso uso delle cinture (647 casi), seguita da quella per l’omessa revisione del veicolo (532 casi), mentre sono stati 330 gli automobilisti sorpresi a usare il cellulare mentre erano al voltante; 44 i casi di guida in stato di ebbrezza a cui si aggiungono i 5 per guida sotto l’influsso di sostanze stupefacenti. Sono state ritirate 135 patenti e sono stati decurtati oltre 17mila punti sulle patenti.

Le contravvenzioni elevate nell’arco del 2015 sono state 66.121 per un importo complessivo degli accertamenti pari a 4.876.423 euro.

Le sanzioni elevate direttamente dalla Polizia Municipale sono state 16.009 (di cui 7.929 per sosta vietata), mentre altre 12.867 sono arrivate dagli ausiliari del traffico. I superamenti dei limiti di velocità registrati dal Tutor della secante sono stati 17.947, mentre le telecamere di Icarus hanno fotografato e sanzionato 19.298 transiti non autorizzati in ztl.

A completare il quadro le 692 violazioni registrate dal sistema Scout Street, entrato in funzione a luglio: fra esse 340 soste su marciapiede, 135 per soste in divieto di fermata, 123 per divieto di sosta permanente.

Incoraggianti le notizie sul fronte degli incidenti stradali: nel corso del 2015 la Polizia Municipale – su cui ricade la competenza dei rilievi nella maggior parte dei casi – ne ha rilevati 731, con una diminuzione dell’8,5% rispetto al 2014, quando erano stati 799.

Dei 731 incidenti verificatisi nel 2015, quelli mortali sono stati 4 (facendo registrare, purtroppo, un incremento rispetto all’unico del 2014), quelli con feriti 353, mentre gli incidenti con solo danni alle cose sono stati 374.

Ma l’attività della Polizia Municipale non si svolge solo sulle strade: lo testimoniano i 6513 accertamenti anagrafici e le379 notifiche giudiziarie effettuati e, soprattutto, l’intensa attività svolta dai nuclei di Polizia Commerciale e di Polizia Edilizia e Ambiente.

Nel 2015, il nucleo di Polizia Commerciale e Amministrativa ha effettuato 756 controlli in esercizi commerciali e altre attività, accertando 131 violazioni, disponendo 15 sequestri di merce e denunciando 8 reati in materia commerciale. Nello stesso periodo, il nucleo Edilizia e Ambiente ha accertato 62 reati, 26 violazioni edilizie, 188 violazioni di natura ambientale e 76 in materia di tutela degli animali, verde urbano e igiene pubblica.