Piacenza ospita la prima del Libri Viventi Festival

Un jukebox letterario tra le vie della città

libri-viventiPIACENZA – Per un giorno i libri usciranno dagli scaffali delle librerie e gli attori dal palcoscenico per incontrarsi nelle piazze del centro, dando vita a un festival inedito per la nostra città. L’idea, presentata dall’ attrice Federica Ombrato, coadiuvata dall’attrice Letizia Bravi e dal Centro Cla Cla di Piacenza, ha già vinto lo scorso bando “Giovani Progetti” indetto dal Comune di Piacenza, e si propone di favorire una fruizione del libro libera dal canone della lettura individuale, premiando al contempo un ritorno del teatro alle antiche origini: momento di ritrovo e catarsi collettiva.

Ed ecco la sfida che le organizzatrici si sono poste in fase di progettazione: sfruttare la cornice del Festival del Diritto – capace di richiamare nelle principali piazze numeri importanti – e chiedere aiuto alle librerie (Feltrinelli in primis, partner del progetto, e a seguire le librerie indipendenti piacentine) per rianimare quel bisogno di cultura che pare sopito, ma al contempo pronto ad emergere qualora se ne presenti l’occasione. Il “Libri Viventi Festival”, questo il titolo del progetto che vede protagoniste l’attrice Federica Ombrato (direzione artistica) coadiuvata da Eleonora Marzani (produzione artistica) e Sara Groppi (amministrazione), avrà luogo nei principali palazzi e piazze del centro storico venerdì 23 e sabato 24 settembre (venerdì ore 16-18, sabato ore 10.30-12.30 e 16-18) con la seguente formula: sei postazioni per altrettanti attori pronti ad animarsi per raccontare nel tempo di una canzone l’estratto di un libro. Una sorta di Jukebox letterario con un’offerta di testi per tutti i gusti e tutte le età, dai classici ai contemporanei, dalla prosa alla poesia. “Il pubblico interessato – spiega Federica Ombrato – potrà recarsi all’info point presso la libreria Feltrinelli e ritirare una mappa con l’ubicazione dei libri viventi (attori in carne ed ossa) e il rispettivo repertorio. Si va da autori noti ad altri più di nicchia con il chiaro intento di riscoprire anche una qualità artistica che vada ben oltre l’industria dei best sellers”.

Tra le principali curiosità dell’offerta letteraria proposta – aggiunge Eleonora Marzani – figurano la postazione junior con testi per i più piccini, quella poliglotta con narrazioni in lingua originale e infine un bonus per gli amanti della letteratura locale…un tocco in più per riscoprire le musicalità del dialetto piacentino.
Il costo del “gettone”– precisa Sara Groppi – sarà di 3 euro con la possibilità di sconto cumulativo per più gettoni e con l’offerta del bonus per chi ne acquista da 4 in su.
I “jukebox” saranno sempre attivi durante l’orario indicato e ad ogni narrazione si potrà partecipare al massimo in tre alla volta, prenotandosi all’info point presso la Libreria Feltrinelli. Per le performance junior invece, il gettone costerà 5 euro e occorrerà prenotarsi in uno dei tre turni previsti (venerdì dalle 16 alle 16.30, sabato dalle 10.30 alle 11 e dalle 16 alle 16.30).

L’augurio è che il festival possa travalicare i confini temporali della due giorni, arricchendosi di nuove occasioni per diventare un appuntamento fisso, tanto che già si lavora per la prossima edizione in cui sarà previsto anche un momento di incontro con gli autori. “Devo dire – conclude Ombrato – che pur vivendo a Piacenza da soli due anni, ho potuto contare sul supporto dell’amministrazione comunale, aperta al dialogo e sempre sensibile a iniziative che mirino a rianimare il centro storico e l’offerta culturale della città, puntando molto sulle giovani proposte. Un buon inizio”.

I libri viventi, per questa edizione, saranno animati da Filippo Bedeschi, Letizia Bravi, Luca Cattani, Barbara Eforo, Eleonora Marzani e Federica Ombrato.
Per informazioni più dettagliate sul programma si rimanda alla pagina Facebook Libri Viventi Festival e all’indirizzo mail libriviventifestival@gmail.com
Info, prenotazioni e gettoni presso Libreria Feltrinelli, via Cavour 1.

(Foto da sx Groppi, Ombrato, Marzani)