“Parole che ce la cantano” dal 2 novembre al 2 dicembre alla Casa della Musica

Rassegna promossa dalle Biblioteche di Parma, che prevede quattro incontri tra letteratura e musica

casa-della-musicaPARMA – Nel corso del mese di novembre La Casa della Musica ospiterà una rassegna composta da quattro incontri – tutti ad ingresso gratuito – in cui si mescolano musica e parole, storie e canzoni: Parole che ce la cantano, iniziativa promossa dalle Biblioteche del Comune di Parma.

Ad aprire il ciclo sarà Vittorio Bongiorno, mercoledì 2 novembre alle 21.00 con il reading musicale City Blues: la musica del diavolo, la musica dell’anima, la musica del destino. Musicista e scrittore, Bongiorno presenterà il suo libro “City Blues Los Angeles – Berlino – Detroit: musiche, persone, storie”, in cui ripercorre le tappe di un viaggio sulle tracce di David Bowie, Frank Lloyd Wright, Bertolt Brecht, Harry Ford, Nick Cave, Diego Rivera, Mies van Der Rohe e molti altri, alla ricerca del “suono delle città”. Vittorio Bongiorno accompagnerà il racconto con la musica che ha incontrato durante i suoi viaggi.
Si prosegue giovedì 10 novembre alle 17.00: Maurizio Matrone, autore di romanzi gialli e sceneggiatore, incontrerà il pubblico e, come un atipico DeeJay, racconterà attraverso i brani che hanno segnato la sua formazione musicale la sua insolita storia, che l’ha portato da essere un poliziotto a diventare uno scrittore.
Giovedì 24 novembre alle 21.00 la rock band RAB4 presenta Istruzioni per l’U.S.A. Un viaggio di note e parole: fra concerto e narrazione, la storia di un viaggio a stretto contatto con la cultura popolare, la musica e la letteratura degli Stati Uniti.
Ultimo incontro, venerdì 2 dicembre alle 17.00, con Gianluca Morozzi e Alessandro Berselli: Due simpatiche canaglie bolognese, tra Bruce Springsteen e le Due Torri. Morozzi e Berselli, colleghi scrittori e amici, sono due penne cariche di humour, due castigatori bonari, ma a loro modo inflessibili, dei costumi e delle scostumatezze della loro città, Bologna. Romanzieri esperti, hanno sempre una colonna sonora strisciante che fa da sottofondo alle loro storie. Perché con un po’ di musica, tutto funziona meglio.

Nel primo incontro, mercoledì 2 novembre alle 21.00, Vittorio Bongiorno, scrittore siciliano che ha esordito giovanissimo e pubblicato per Rizzoli ed Einaudi, presenterà la sua opera City Blues Los Angeles – Berlino – Detroit: musiche, persone, storie uscita per EDT, la casa editrice delle famosissime guide Lonely Palnet. Il libro è il racconto di in una magnifica ossessione che spinge l’autore dagli Stati Uniti all’Europa per carpire il suono segreto delle città. Los Angeles, Berlino, Detroit, un triangolo magico dove musicisti, artisti, architetti, e gente comune hanno intrecciato le loro vite, dando vita alla musica più travolgente, l’architettura più inventiva, la letteratura più straordinaria, il cinema senza tempo, i sogni più accecanti.
Dal magico mondo di Los Angeles, popolato di UFO, animali parlanti, Mustang cabriolet, funghi allucinogeni e burritos volanti, alla città del Muro e della rinascita, Berlino, la patria di Nick Cave, degli Einstürzende Neubauten, della love parade, e di nuovo oltre Oceano a Detroit, la “motor town”, la città della catastrofe postindustriale e dei sogni di redenzione, della Motown e della techno.
Una mappa geografica inedita che intreccia i fili di esistenze apparentemente lontane, perché, come spiega l’autore, «siamo tutti uniti da improbabili connessioni: basta saperle trovare, nascoste sotto la polvere del deserto o tra le macerie delle periferie, dormendo in letti scomodi o seduti al bancone di un bar».