Modena: droga, colti in flagrante da agenti in borghese e telecamere

Al Novi Sad sorpresi due uomini mentre si scambiavano e pesavano involucri, in piazzale 1 Maggio un minore colto nello scambio e denunciato per spaccio

polizia-municipale-MODENA – Si preparavano allo spaccio, scambiandosi involucri di marijuana dopo averla pesata con un bilancino nella zona tribune del Parco Novi Sad. Il tutto sotto gli occhi di agenti della Polizia municipale in borghese e ripresi dalle telecamere di videosorveglianza.

Per un 22enne e un 31enne, entrambi di origine nigeriana senza fissa dimora sul territorio nazionale, nel pomeriggio di ieri, venerdì 23 febbraio, è scattata la denuncia per detenzione di sostanze stupefacenti.

Dopo averli colti nelle operazioni di pesatura e scambio di involucri, gli operatori del Nucleo Problematiche del Territorio impegnati nell’attività di controllo contro lo spaccio nell’area del Novi Sad hanno infatti effettuato una perquisizione trovando i due in possesso di un sacchetto di colore nero contenente circa 20 grammi di marijuana e di un bilancino di precisione, entrambi sequestrati. È quindi scattata la denuncia a piede libero.

Nei giorni scorsi, inoltre, agenti dell’NPT hanno effettuato un controllo finalizzato alla prevenzione e alla repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare tra giovani studenti, in zona Piazzale I Maggio, area oggetto di periodici monitoraggi e di frequenti pulizie programmate da parte di Hera. Il monitoraggio ha avuto come esito la denuncia al Tribunale dei Minori di Bologna per un 16enne colto a spacciare sostanze stupefacenti e la segnalazione alla Prefettura di Modena di tre coetanei per detenzione di sostanza stupefacente.

A seguito di segnalazioni di residenti della zona, infatti, alcuni operatori si sono recati nell’area, anche in questo caso in abiti civili, mentre altri hanno effettuato il monitoraggio dagli uffici della Municipale attraverso le telecamere di videosorveglianza. I quattro giovani, tutti di 16 anni, italiani e studenti delle attigue scuole superiori, già dalle 7.30 stazionavano sui giochi dei bambini presenti in zona: tre di loro sono stati visti fumare marijuana, mentre uno di loro è stato colto nell’atto di vendere sostanze stupefacenti a una giovane sopraggiunta sul posto. I minori sono stati fermati per l’identificazione e sono stati avvertiti i genitori per procedere all’affidamento. Il 16enne colto nello scambio e denunciato era in possesso di marijuana e hashish, seppur in modeste quantità, e di un bilancino di precisione.