Manutenzioni straordinarie estive per le scuole cesenati

Previsti interventi per oltre 550mila euro. Fra gli istituti interessati le elementari di S. Egidio, Ponte Abbadesse, Fiorita e la media di viale della Resistenza

logo-comune-cesenaCESENA – Mentre gli alunni sono in vacanza, le scuole vanno sotto i ferri. Sono quattro gli istituti cesenati che nel corso dell’estate saranno sottoposti a opere di manutenzione straordinaria, volte specialmente al superamento delle barriere architettoniche e al risanamento strutturale.

“Si tratta – specificano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – delle scuole primarie di S. Egidio, di Ponte Abbadesse e della Fiorita e della scuola secondaria di primo grado di viale della Resistenza. L’importo complessivo di queste opere è di 428mila euro, di cui 270mila solo per la scuola Fiorita. In tutti e quattro i casi, il Settore di Edilizia scolastica aveva già rilevato e preso in carico da tempo le esigenze emerse da questi plessi scolastici, ma per la loro esecuzione abbiamo dovuto necessariamente attendere la fine delle lezioni, per poter intervenire in tutta sicurezza e così non interferire con le attività scolastiche dei ragazzi. Accanto a questi lavori più consistenti, a completare il quadro una serie di manutenzioni ordinarie di minore entità (tinteggiature, riparazioni, sostituzioni di materiali deteriorati, ecc.), per un ammontare di 126mila euro, che interesseranno varie scuole, dagli asili nido alle scuole materne comunali e statali, dalle elementari alle medie. Entro l’inizio dell’anno scolastico, dunque, saranno realizzati lavori per un totale di oltre 550mila euro”.

Ampio e diversificato il ventaglio delle opere programmate.

Nella scuola primaria di S. Egidio si procederà a sistemare i locali che ospitavano il Centro di Documentazione Educativa del Comune di Cesena (trasferito al San Biagio) per trasformarli in nuove aule e laboratori a servizio dell’attività scolastica. Sarà inoltre installata piattaforma elevatrice per portatori di handicap.

Nella scuola di Ponte Abbadesse, invece, si prevede di installare una pensilina in acciaio a protezione delle scale e dell’ingresso della palestra. Inoltre, per impedire gli allagamenti provocati da piogge abbondanti, all’uscita seminterrata del locale mensa sarà predisposto un pozzetto dotato di pompa di sollevamento.

Più corposo il progetto riguardante la scuola Fiorita, dove si interverrà sull’ala che ospita le aule. Qui è previsto il rinforzo strutturale del tetto e del sottotetto, il rifacimento completo del manto di copertura, prevedendo anche l’inserimento di materiale per l’isolamento termico e di una guaina di impermeabilizzazione, il rinforzo della pensilina di ingresso. Previsti anche il rifacimento di canali di gronda, pluviali, ecc. e la sistemazione del muro di cinta, sgretolato in vari punti, con la concomitante sostituzione della rete e dei pali di recinzione. .

Infine, fra le opere previste nell’istituto di “Viale della Resistenza” ci sono il risanamento strutturale delle pensiline e della scala esterna, il restauro dei parapetti, l’installazione di un doppio infisso in alluminio e vetro per realizzare un filtro all’ingresso principale e secondario, la chiusura parziale del porticato per creare un piccolo vano di servizio. Questo in attesa del preannunciato ampliamento che sarà reso possibile ricorrendo al prefabbricato già utilizzato per l’attività didattica della scuola Borello, durante i lavori di sistemazione.