A Giuseppe Giacobazzi il “Premio Romagnolo Doc”

Giuseppe GiacobazziLa consegna domenica 28 febbraio a Cesena Fiera a “Sono Romagnolo”

CESENA – Sarà assegnato al comico Giuseppe Giacobazzi la prima edizione del premio Romagnolo Doc. La consegna avverrà domenica 28 febbraio alle ore 18.00 a Cesena Fiera, nell’ultima giornata di “Sono Romagnolo”, il fine settimana con oltre 200 espositori dedicato alle tradizioni e ai sapori della Romagna. Una candidatura perfetta quella di Giacobazzi che, dopo il felice esordio a Zelig, riempie oggi palazzetti e teatri con la sua comicità di stampo prettamente romagnolo. Ed anche domenica sarà pronto ad intrattenere il pubblico con la sua ironia da ‘pavura’, accompagnato dal suo celebre “palmare” fai da te in plastica. L’ingresso allo spettacolo, così come alla fiera, è libero.

Oltre a Giacobazzi i tre giorni della Fiera dell’identità Romagnola riservano un ricchissimo programma di spettacoli, intrattenimenti ed eventi.

Un altro autentico personaggio di Romagna, Sgabanaza, sarà il protagonista di uno spettacolo in compagnia dei ballerini e degli s-ciucaren della scuola di ballo le Comete di Romagna (venerdì 26 febbraio alle 20.00). “Sgabanaza”, alias Piergiuseppe Bertaccini, di questa terra romagnola è sicuramente l’interprete più noto grazie anche ai numerosi e seguitissimi programmi televisivi dedicati alla tradizione di casa nostra, alle nostre radici.

Per festeggiare i 2200 anni della nascita del commediografo sarsinate Tito Macio Plauto, appuntamento con gli Spettacoli “Plautini” previsto per sabato 27 febbraio alle 17.15, a cura del Plautus Festival di Sarsina (Compagnia Teatrale Europeo Plautino). Si ride anche in questo caso, ma di una comicità lontana, quella risalente all’antica Roma. All’opera plautina si rifà anche La Romagna di Plauto con i monologhi tratti dalle sue commedie, rivisitati in dialetto da Efrem Satanassi e interpretati da Giuseppe Satanassi e Monica Briganti (domenica 28 febbraio alle 14.00).

Nei tre giorni della fiera, non mancheranno balli e musica, come la riproposta dei balli sulle aie dei contadini con la musica del Duo Trabadel e il Gruppo di ricerca Antichi Balli Popolari (domenica 28 febbraio alle 14.30). Grande spazio è dedicato al ballo ufficiale della Romagna, il liscio, sulle note dell’orchestra La Storia di Romagna (sabato 27 febbraio alle 20.00): a salutare il pubblico sarà presente anche Riccarda Casadei, mentre la Casadei Sonora esporrà una mostra fotografica di Secondo Casadei.

La musica non si esaurisce mai: sabato si esibiranno prima gli Etilisti Noti (ore 11.00), a seguire la banda I Met da Sgun (ore 15.00), la Banda de Grell (ore 13.00) e la Banda Citta di Sarsina (ore 18.00). Domenica sarà invece la volta dei Musicanti di San Crispino (ore 16.30) e dei Maramao Italian Sweet Band (ore 19.30), oltre alla danza della scuola di ballo Mariposa di Cesena (sabato 27 febbraio alle 20.00) e le Comete di Romagna.

Non mancheranno lettura di poesie e racconti dialettali, sbandieratori, musici, le fontane danzanti a cura di Viorica (domenica 28 febbraio alle 18.30) e una speciale anteprima del Carnevale di Gambettola (sabato 27 febbraio alle 16.30).

Per gli appassionati di cinema la possibilità di assistere alla proiezione di filmati che raccontano pezzi di storia romagnola come quella unica e inimitabile di Secondo Casadei, l’uomo che sconfissse il boogie (sabato 27 febbraio alle 14.00 e domenica 28 febbraio alle 14.00 in Sala Delegazioni) o quella altrettanto avventurosa di La storia della Marineria di Cesenatico” (sabato 27 febbraio alle 11.30 e domenica 28 febbraio alle 16.00 in Sala Delegazioni) e il film I giorni del grano di Efrem Satanassi (sabato 27 febbraio alle 16.00 e domenica 28 febbraio alle 11.30 in Sala Delegazioni).

Sono Romagnolo è una fiera a misura di bambino e propone un’un’area gioco in cui scoprire il mega-gonfiabile del mondo sommerso o il percorso nella giungla o ancora il castello Salterino. Il parco gonfiabili del centro sportivo Seven Sporting Club di Savignano sul Rubicone, infatti, si trasferisce direttamente in fiera.

I bambini potranno giocare in questa area appositamente predisposta insieme ai ragazzi della Fiats animazione, che saranno disponibili per tutta la durata della fiera. Lo spazio ludico propone anche altri oggetti per il divertimento e altre attività. Tra i giochi non poteva mancare l’intramontabile calcio balilla per una sfida all’ultimo goal e una serie di giochi “romagnoli” di una volta che saranno anche oggetto di un laboratorio a cura della coop Kaleidos di Faenza. Sarà attivo un laboratorio di Stampe romagnole su stoffe curato da Drago Blu di Cesena e si svolgerà una dimostrazione di Parkour ovvero l’arte dello spostamento, una disciplina metropolitana nata in Francia agli inizi degli anni ’90, a cura dell’Associazione “Shine”di Ravenna. Inoltre verranno allestiti anche i giochi “giganti” (scacchi, dama, ecc) e per la gioia di tutti arriva il Truccabimbi, l’intrattenimento con Fabio giocoliere ed equilibrista, l’animazione con il Clown Gulliver e le Bolle di Sapone. Sono in programma spettacoli di Marionette a cura di All’Incirco e spettacoli del Mago-Clown Mago Catorcio.

Info:

“Sono Romagnolo – Prima Fiera Nazionale dell’Identità Romagnola”

Cesena Fiera, 26-27-28 febbraio 2016
Orario: 26 febbraio 17.00-23.00; 27 e 28 febbraio 10.00-23.00

Ingresso: tutti gli eventi in programma durante in giorni della fiera sono ad accesso gratuito, ad eccezione della partecipazione al torneo di Maraffone

www.sonoromagnolo.it

Facebook: Sono-Romagnolo

Tel. 0547 21349