Modena, fusione classici

Incontro genitori S.CarloParere favorevole della conferenza di coordinamento; genitori del liceo S.Carlo in provincia

MODENA – Sulla proposta di fusione dei licei classici modenesi Muratori e S.Carlo c’è il parere favorevole unanime della Conferenza di coordinamento dell’istruzione, alla quale partecipano le scuole, i Comuni e altri enti, e della Conferenza provinciale di concertazione dove sono presenti le associazioni sindacali e di categoria.
I due organismi, previsti dalla legislazione regionale, si sono riuniti nella mattina di giovedì 26 novembre in Provincia per esprimere un parere sul proposta di Programmazione territoriale dell’offerta di istruzione e riorganizzazione della rete scolastica della provincia di Modena per l’anno scolastico 2016/17 che comprende, tra l’altro, la proposta di fusione tra i due istituti. Il documento sarà discusso nel corso del Consiglio provinciale di lunedì 30 novembre.
Al termine dell’incontro Emilia Muratori, consigliere provinciale con delega all’Istruzione, ha incontrato una delegazione di genitori del liceo S.Carlo che, dopo aver ricordato il recente parere contrario del Consiglio di istituto del S.Carlo, hanno chiesto aprire un tavolo di confronto per verificare proposte alternative come la fusione del liceo S.Carlo con il liceo scientifico Wiligelmo, oppure la fusione con il solo indirizzo classico del Muratori escludendo l’indirizzo linguistico.
Muratori ha illustrato gli obiettivi della proposta di fusione tra S.Carlo e Muratori sottolineando l’obiettivo di «rafforzare e rilanciare l’offerta formativa classica che da alcuni anni soffre un grave calo di iscrizioni e occorre salvaguardare in quanto patrimonio culturale con radici profonde in città. Non si tratta di una operazione numerica ma un progetto didattico in vista del nuovo Piano formativo triennale che potrà arricchire l’indirizzo classico con nuovi corsi e opportunità previsti dalla riforma».
Nel corso dell’incontro sono stati illustrati anche i dati sull’andamento delle iscrizioni nelle due scuole: al S.Carlo sono 360 gli iscritti (per 16 classi) all’indirizzo classico (negli anni scorsi l’istituto aveva sfiorato anche i 600 iscritti); al Muratori sono iscritti oltre 900 studenti di cui 523 all’indirizzo linguistico e 369 all’indirizzo classico.
Nei giorni scorsi si sono espressi a favore della fusione il Consiglio di istituto del Muratori, i collegi docenti dei due istituti riuniti congiuntamente e dell’Ufficio scolastico provinciale.