Ferrara, “A tréb in Bòsch” al MAF

museo-civilta-contadinaSettimo anno dell’iniziativa culturale a San Bartolomeo in Bosco. Nell’occasione domenica 24 gennaio previste un’esibizione canora e la presentazione di una mostra e un libro

FERRARA – Riprendono le iniziative culturali al MAF, la struttura museale di San Bartolomeo in Bosco dedicata ai più svariati aspetti della cultura rurale di ieri e di oggi.

Domenica 24 gennaio, dalle 15, sarà riproposta per il settimo anno l’iniziativa culturale “A tréb in Bòsch” (“a trebbo” a San Bartolomeo in Bosco). Nel mondo contadino andare “a trebbo” (o “in filò”) significava raccogliersi in incontri comunitari – magari nelle stalle (d’inverno) o nelle aie – durante i quali ci si incontrava, si faceva festa, si potevano ascoltare fiabe, canzoni o antiche storie oppure si poteva parlare, insieme, dei tanti aspetti della vita e del lavoro di un tempo. Con questo spirito ideale, ma pienamente inseriti in questo terzo millennio, ci si troverà al MAF per conversare di aspetti della cultura, dell’arte e del canto popolare, tra città e campagna. L’occasione sarà costituita dalla presentazione di una mostra, di un libro e da una esibizione canora. Si inizierà con la presentazione della mostra di opere grafiche “Natura dietro l’angolo”, di Fausto Chiari, in parete fino al prossimo 4 febbraio. L’Artista centese propone una serie di opere ispirate al mondo naturalistico e paesaggistico dei nostri territori, offrendo interpretazioni dense di suggestione.

Il pomeriggio culturale proseguirà con la presentazione del libro “Ferrara, come una bella donna misteriosa e affascinante”, di Luigi Sandri, a cura di Valentina Sandri (La Carmelina, Ferrara 2015). Ad un anno dalla scomparsa dell’Autore (il libro, peraltro, è postumo), si ripercorreranno le esperienze storiche di un ricercatore che si formò alla scuola di Renato Sitti, fondatore del Centro Etnografico Ferrarese. Ne parlerà, con la curatrice, Gian Paolo Borghi.

Farà quindi seguito l’esibizione del cantastorie veronese Uber Bampa Trevisani, erede di una storica famiglia di artisti popolari, le cui modalità di fare spettacolo destarono l’interesse di studiosi come Cesare Zavattini e Roberto Leydi. Cantante e chitarrista, Uber Bampa Trevisani farà il suo esordio canoro a Ferrara e presenterà alcuni esempi della sua produzione, uniti a testi tratti dal repertorio familiare.

Come è ormai tradizione, l’incontro “a trebbo” si concluderà con un buffet a base di prodotti tipici ferraresi. L’iniziativa, a ingresso libero, è proposta dal Comune di Ferrara, dal MAF e dall’associazione omonima.

MAF – Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese Via Imperiale, 263 – 44124 – San Bartolomeo in Bosco (Fe) Tel. 0532 725294 – Fax 0532 729154 e-mail: info@mondoagricoloferrarese.it