Ferrara, Ricercatori da tutto il mondo per una settimana di studi sugli insetti

Museo di storia naturale: fino all’8 luglio il training per la rete di centri di eccellenza europei

museostorianaturale-training-2016-4-8luglio-02FERRARA – Settimana di intensi studi entomologici al Museo di storia naturale di Ferrara per giovani ricercatori provenienti da tutto il mondo. I lavori – iniziati lunedì 4 luglio – si concluderanno venerdì 8 luglio, con una tappa per i corsisti anche nel Bosco di Porporana, uno dei gioielli naturalistici del territorio. I training entomologici del Museo si svolgono – come avviene già da alcuni anni – nell’ambito di Dest, Distributed European School of Taxonomy, una rete di centri di eccellenza europei che ha sede all’interno del Royal Museum di Storia naturale del Belgio, e con il supporto del consorzio Futuro in Ricerca.

Da alcuni anni lo scopo di Dest è quello di sostenere la formazione scientifica di giovani esperti nello studio della biodiversità, per preservare e arricchire il patrimonio di conoscenze sviluppato in centinaia di anni di indagini scientifiche, sottolineando gli aspetti applicativi che da tali conoscenze discendono. Al training di quest’anno parteciperanno 10 giovani provenienti da Cina, Germania, Malta, Nigeria, Portogallo e, naturalmente, Italia.

Gli studi in corso si concentrano sui Sirfidi, famiglia di insetti dell’ordine dei Ditteri, molto diffusi e di notevole importanza agraria ed ecologica: si tratta infatti di preziosi impollinatori, usati anche nella lotta biologica e, grazie alle particolarità delle specie, utili come bioindicatori dello stato di conservazione della biodiversità.
Il Museo studia la distribuzione dei sirfidi sul territorio ferrarese da più di dieci anni, grazie in particolare alla collaborazione con Daniele Sommaggio, docente di entomologia all’Università di Padova, e già in passato ha organizzato numerosi eventi formativi per giovani ricercatori.