Il Comune chiude la gara per il servizio di bollettazione della Tari con un risparmio di circa 150mila euro

comune di Rimini logoSlitta il pagamento della prima rata: si dovrà versare a luglio insieme alla seconda

RIMINI – Da quest’anno sarà la Car-tech di Rimini a occuparsi degli avvisi di pagamento Tari per il Comune di Cesena, ma anche per quelli di Montiano e Verghereto (che hanno conferito tutti i loro servizi all’Unione Valle Savio). E grazie a questa soluzione il Comune otterrà un risparmio di circa 150mila euro.

E’ questo il risultato della gara, conclusasi nei giorni scorsi, per l’affidamento del servizio di bollettazione.

L’azienda vincitrice, specializzata nell’ingegnerizzazione delle entrate tributarie, seguirà tutte le fasi, dalla gestione delle banche dati dei contribuenti all’emissione degli avvisi.

“Fino allo scorso anno – ricordano il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco Carlo Battistini – è stata Hera, nella sua veste di gestore della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, a seguire anche l’emissione e il recapito dei bollettini Tari, ma a fine 2015 abbiamo deciso di riportare all’interno del Comune la riscossione della tassa. E, infatti, già dai primi giorni dell’anno è entrato in funzione, presso lo Sportello Facile del Comune, uno sportello Tari a cui i cittadini possono rivolgersi per tutte le richieste relative ad attivazioni, cessazioni, variazioni delle utenze, riduzioni, agevolazioni sulla tassazione, ecc. Ma per quanto riguarda le attività di bollettazione, con la gestione di quasi 50.000 utenze, il Comune non ha a disposizione le risorse umane e tecniche adeguate e per questo abbiamo valutato più opportuno rivolgerci all’esterno, effettuando una gara per individuare la soluzione più conveniente. Il risultato ottenuto ci pare molto positivo: quest’anno il servizio ci costerà 321mila euro più Iva, per un totale di circa 400mila euro, quindi circa 150mila euro in meno rispetto all’importo precedente che ammontava a 433mila euro più Iva, vale a dire circa 550mila euro”.

Il passaggio di consegne nella gestione del servizio di bollettazione ha determinato una modifica delle scadenze per il pagamento della Tari.

Inizialmente era previsto un pagamento in tre rate, con scadenza rispettivamente al 30 aprile, al 31 luglio e al 30 novembre. Ma la necessità di acquisire le banche dati relative alle varie tipologie di contribuenti e avviare una loro adeguata gestione ha spinto il Comune a rinviare la scadenza della prima rata, che si pagherà il 31 luglio insieme alla seconda. Confermata al 30 novembre la scadenza per il saldo.

Nel frattempo, vale la pena di ricordare che è già al lavoro il Comitato, costituito nell’ambito di Atersir, incaricato di predisporre insieme agli uffici tecnici il bando ed il disciplinare per la futura gara di affidamento del servizio rifiuti in 35 Comuni romagnoli (17 della Provincia di Forlì-Cesena e 18 della Provincia di Ravenna).