Cesena, Tari: sportello online per aiutare i contribuenti

In arrivo l’avviso di pagamento in vista del 31 luglio, scadenza della prima rata

logo-comune-cesenaCESENA – Un portale al servizio dei contribuenti Tari. Mentre si avvicina la prima scadenza della tassa rifiuti (si dovrà pagare entro il 31 luglio) il Comune si appresta a lanciare un vero e proprio ‘sportello on line’, attraverso il quale i cittadini potranno effettuare comodamente da casa le principali operazioni legate al calcolo della Tari: visualizzare e stampare i moduli per il pagamento della Tari, consultare i dati degli immobili occupati e, più in generale, i dati in possesso del Comune relativi alla propria situazione contributiva, segnalare eventuali errori.

“É il servizio più innovativo, ma non l’unico che il Comune ha messo a disposizione dei contribuenti – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco Carlo Battistini – da quando, all’inizio del 2016, abbiamo ripreso direttamente in carico l’intera gestione della Tari, in precedenza affidata ad Hera. Fin da gennaio, infatti, abbiamo attivato uno sportello Tari all’interno dello Sportello Facile del Comune, a cui è possibile accedere direttamente o su appuntamento. C’è anche una mail dedicata (sportellotassarifiuti@comune.cesena.fc.it) che consente di presentare le denunce, di chiedere informazioni e chiarimenti, di prendere appuntamento.

Inoltre, è disponibile un servizio domiciliare, per quei contribuenti che non sono in grado di utilizzare le altre modalità offerte per la presentazione delle dichiarazioni e della documentazione ai fini Tari: in questo caso sarà un operatore a recarsi a casa del contribuente, su appuntamento, per aiutarlo a sbrigare le pratiche. Come si vede, abbiamo cercato di mettere in campo un ampio ventaglio di risposte a supporto dei cittadini, con l’intento di migliorare la bollettazione, semplificare le pratiche, e contrastare l’evasione.

Si tratta di un impegno considerevole, perché è stato necessario integrare e mettere in linea tutte le banche dati per creare un sistema esauriente, e tenuto conto della mole corposa di informazioni che è stato necessario elaborare in questo processo, è possibile che possa essere sfuggito qualche errore, e di questo ci scusiamo fin da ora. Ma alla fine tutti i contribuenti avranno la possibilità di accedere alle informazioni che li riguardano con chiarezza e trasparenza e questo è un risultato importante, a cui si aggiunge il non trascurabile aspetto del risparmio economico ottenuto dal Comune con la gestione diretta del servizio. Naturalmente, anche con questa nuova gestione proseguiremo l’attività di recupero dell’evasione per garantire equità nei confronti di chi invece paga regolarmente”.

Il portale Tari, che sarà messo on line nei prossimi giorni, è stato messo a punto dalla ditta Car –Tech di Rimini, vincitrice dell’appalto per l’affidamento del servizio di bollettazione. L’azienda è specializzata nell’ingegnerizzazione delle entrate tributarie e segue tutte le fasi, dalla gestione delle banche dati dei contribuenti all’emissione degli avvisi.

Attraverso il portale, ogni contribuente potrà accedere alla propria scheda (identificata dal codice fiscale o dalla partita Iva) e in questo modo fruire di molteplici possibilità: verificare il calcolo della tassa rifiuti a suo carico, lo stato dei suoi pagamenti, la posizione catastale degli immobili per i quali deve pagare, scaricare i bollettini di pagamento, ecc. I cittadini potranno effettuare queste operazioni direttamente o delegare un consulente fiscale di fiducia a intervenire per lui.

Nel frattempo, proprio in questi giorni stanno per essere spediti gli avvisi di pagamento per la Tari 2016.

Quest’anno, eccezionalmente, sono previste solo due scadenze, invece delle tre utilizzate gli anni scorsi, proprio per la necessità da parte del Comune di allineare le banche dati per il calcolo della tassa.

La prima scadenza di pagamento è fissata per il 31 luglio, quando si dovrà pagare la rata relativa al periodo gennaio – agosto 2016. La seconda sarà il 30 novembre, quando si dovrà pagare il periodo settembre – dicembre.

L’avviso che nei prossimi giorni arriverà in tutte le case contiene sia il bollettino per la prima rata di fine luglio, sia quello per seconda la rata di fine novembre. Inoltre, è presente il bollettino che consente di pagare l’intero importo della Tari in un’unica soluzione e il modulo per chiedere la domiciliazione.

Per pagare la Tari si può ricorrere ai bollettini postali che saranno recapitati oppure utilizzare il modulo F24. In questo caso, però, sarà il contribuente a doverlo compilare.