Cesena: dopo la pioggia si abbassa il livello di polveri sotttili e i diesel euro 4 possono tornare a girare

Il prossimo controllo della qualità dell’aria fissato per giovedì 26 ottobre

Qualità dell'ariaCESENA – A Cesena la qualità dell’aria migliora e i diesel Euro 4 possono tornare a girare.

Infatti, grazie la perturbazione arrivata nel nostro territorio fra domenica e lunedì ha fatto scendere la concentrazione di polveri sottili sotto del tetto dei 50 mg, interrompendo la serie di sforamenti consecutivi che venerdì scorso aveva fatto scattare anche a Cesena le misure d’emergenza di I livello previste in questi casi.

Così, già da lunedì 23 ottobre a Cesena e nel resto della provincia è stato possibile togliere il divieto di circolazione per i veicoli diesel Euro 4 e l’obbligo di tenere il riscaldamento al massimo a 19°C nelle case, negli uffici, nei luoghi per la attività ricreative o di culto, nelle attività commerciali, nelle attività sportive e a 17°C, nelle sedi di attività industriali e artigianali, e gli altri divieti attivati in questo frangente.

Resta, comunque, in vigore l’ordinanza che a partire dal 1 ottobre ha stabilito il divieto di circolazione dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30 nell’area del centro urbano per i mezzi più inquinanti (veicoli diesel inferiore a Euro 3, agli autoveicoli a benzina inferiore a Euro 1 e ai ciclomotori e motocicli inferiore a Euro 0).

La qualità dell’aria rimane comunque osservata speciale: giovedì 26 ottobre sarà eseguito il nuovo controllo sulla base del quale sarà diramato il bollettino con i livelli di allerta delle varie città della Regione per i giorni successivi.

Si ricorda che il I livello di allerta – con le relative misure d’emergenza – scatta in caso di 4 giorni consecutivi di superamento dei limiti di legge del PM10.

Se gli sforamenti si protraggono per oltre 10 giorni scattano le misure di II livello (come è già successo in questi giorni in molte città dell’Emilia).