Cesena, la differenziata si impara a scuola

Oltre tremila ragazzi dei quartieri dove nel 2015 è partitocomune di Cesena logo il ‘porta a porta’ coinvolti in laboratori per imparare a ridurre e riciclare i rifiuti

CESENA – La raccolta differenziata si impara fin da piccoli. Si stanno concludendo in questi giorni i laboratori organizzati dal Comune di Cesena in tutte le scuole materne, elementari e medie dei quartieri Ravennate, Cervese Sud , Cervese Nord e Al mare (cioè i quartieri che quest’anno hanno visto attivare la raccolta domiciliare) per diffondere fra gli alunni le buone prassi per la riduzione dei rifiuti.

Nel progetto sono state coinvolte 31 classi di scuola materna, 76 classi elementari e 27 classi delle scuole secondarie di primo grado, per un totale di oltre 3.300 bambini e ragazzi.

“Con questo progetto (che, naturalmente, ha portato ogni classe a sviluppare attività didattiche adatte all’età degli allievi) – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale Francesca Lucchi – puntiamo a sensibilizzare gli alunni, non solo perché è opportuno acquisire fin da piccoli le buone abitudini, ma soprattutto perché sappiamo che i ragazzi comprendono subito il collegamento fra la riduzione dei rifiuti e la salvaguardia dell’ambiente, si rendono conto che fare una corretta raccolta differenziata è facile e può rivelarsi anche divertente, e quindi diventano formidabili ambasciatori con i genitori, i nonni, i fratelli. E per sostenere questo impegno, a ciascuno dei giovanissimi che hanno partecipato ai laboratori è stato consegnato un kit contenente semi e compost prodotto dall’impianto di San Carlo a partire dal rifiuto organico raccolto a Cesena, per dimostrare quanto di buono può scaturire dal riciclaggio”.

Oltre ai laboratori per i ragazzi delle scuole, nei quattro quartieri è stata avviata una collaborazione con le principali comunità straniere, con le parrocchie, con l’Ausl, le agenzie immobiliari per cercare di rendere capillari le informazione e la sensibilizzazione dei cittadini cesenati seguendo canali diversificati.