Centro famiglie – servizio dell’Unione del Sorbara a Nonantola e Sorbara, mediazione e supporto

Centro famiglie sede Sorbara-1BOMPORTO (MO) – Apre il Centro dedicato alle famiglie dell’Unione del Sorbara, un nuovo servizio territoriale rivolto ai cittadini di Bastiglia, Bomporto, Nonantola e Ravarino a supporto dei nuclei familiari, dall’avvio del rapporto di coppia fino alla nascita e crescita dei figli.
Le due sedi del servizio sono situate a Sorbara di Bomporto e a Nonantola e sono state inaugurate sabato 16 aprile, alle ore 9 a Nonantola, e alle ore 11 a Sorbara.

Il servizio è gestito dal Centro Famiglie di Nazareth e dal Ceis con il sostegno dell’Unione stessa (www.centrofamiglieunionedelsorbara.it).
La sede a Sorbara di Bomporto è in piazza dei Tigli 9 nella Casa della Legalità, a Nonantola in piazza Liberazione, dove c’è la ludoteca.
La sede di Sorbara apre al pubblico il martedì e il mercoledì dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14 alle 18, il venerdì dalle 9.30 alle 13.30. Per informazioni 348 5294578, segreteria@centrofamiglieunionedelsorbara.it.
Lo sportello di Nonantola apre al mercoledì dalle 9.30 alle 11.30, il venerdì dalle 14 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13. Informazioni 059 896539.

L’obiettivo del servizio, spiega Alberto Borghi, sindaco di Bomporto e assessore al Bilancio dell’Unione, è quello di «prendersi cura delle diverse problematiche che si stabiliscono all’interno del nucleo familiare e tra il nucleo e il contesto in cui è inserito, per garantire un supporto soprattutto in occasione di eventuali eventi critici o di difficoltà della vita famCentro famiglie Nonantola-1iliare».

Come sottolinea Federica Nannetti, sindaco di Nonantola e assessore alle Politiche sociali dell’Unione, «il servizio fornirà agli utenti tutte le informazioni sui servizi del territorio, un sostegno ai genitori, la promozione e lo sviluppo delle reti familiari, il tutto in un’ottica di prevenzione del disagio familiare e dell’età evolutiva in rete con i servizi già esistenti, attivando e favorendo nuove collaborazioni e rafforzando i legami tra gli enti stessi».

Nel corso della presentazione Francesca Silvestri, sindaco di Bastiglia e assessore alle Politiche giovanili dell’Unione, ha sottolineato l’importanza del servizio che al proprio interno funziona anche come sportello informativo e di ascolto con l’obiettivo di orientare le persone alle risorse e opportunità disponibili sul territorio.
Gli operatori del Centro, inoltre, gestiranno uno spazio di ascolto e sostegno che, attraverso l’aiuto di professionisti, offrirà un supporto alle famiglie o alle singole persone in momenti di particolare criticità o di cambiamento.

Previsto anche un servizio di mediazione familiare durante e dopo la eventuale separazione e di accompagnamento delle coppie quando diventano genitori, per favorire le relazioni a tutela dei figli; sarà attivo anche un servizio di mediazione interculturale rivolto a facilitare l’inserimento degli stranieri, svolgendo anche in questo caso un’attività di raccordo con la rete dei servizi.
Il Centro, infine, organizza corsi, incontri, seminari, gruppi di auto e mutuo aiuto, laboratori tematici strutturati in base alle esigenze del territorio e finalizzati a promuovere occasioni di confronto e condivisione su argomenti legati alla famiglia.