bè bolognaestate 2016, gli appuntamenti di martedì 6 settembre

Bè Bolognaestate 2016

BOLOGNA – Di seguito gli appuntamenti del cartellone di bè bolognaestate 2016 per martedì 6 settembre. Il calendario completo con tutte le informazioni aggiornate è disponibile su www.bolognaestate.it

Tra le iniziative di martedì 6 settembre da  segnalare:

ore 18 Danza urbana 2016
Sala Farnese, Palazzo D’Accursio – Piazza Maggiore, 6
Veduta Bolognaville – MK/Michele Di Stefano e Lorenzo Bianchi Hoesch. Prima assoluta.
“Veduta Bolognaville” è una creazione commissionata dal Festival Danza Urbana al coreografo Michele Di Stefano della formazione romana “mk”, per offrire un suo sguardo sulla città di Bologna. In questo progetto la veduta, lo spazio che si abbraccia con la vista, il panorama dell’attività urbana vengono trasformati da una esperienza di ascolto olofonico in un luogo che galleggia tra il presente e il possibile; lo spettatore viene invitato nelle sale di Palazzo D’Accursio per affacciarsi su Piazza Maggiore e osservare il circostante indossando un paio di cuffie wireless che gli permettono di immergersi in un paesaggio che non è più semplicemente ciò che gli si para davanti, ma – così come in una allegoria sacra – un concentrato di coincidenze e configurazioni che sembrano rimandare ad altro. Veduta è l’invenzione di un rituale di visione, fortemente condizionato dal suono che regola la percezione del vicino e del lontano. La città è un luogo fluttuante, reso permeabile dalla continua messa a fuoco e sfocatura sonora. Quel che cerchiamo di fare qui è conferire all’occhio una qualità tattile di penetrazione dello spazio, delle superfici, dell’orizzonte e, di conseguenza, suggerire la possibilità che la nitidezza dello sguardo sia perlopiù un calcolo immaginativo in dialogo con un perenne ed ubiquo altrove, sempre a portata di mano. Interno ed esterno sono categorie coreografiche perchè ogni danza comincia nell’adattamento posturale ad un fuori con il quale fare i conti. Non c’è dunque veramente danza senza paesaggio.
La performance è per un numero limitato di spettatori e ha la durata di circa 15 minuti in loop.
L’accesso allo spazio della visione è regolato da un cerimoniale molto rigido e altrettanto improbabile.
Ingresso € 5
http://www.danzaurbana.it/festival/vedutabolognaville/

ore 20 Danza urbana 2016
Dynamo la Velostazione di Bologna – via dell’Indipendenza, 71/Z
Corpus Hominis – Compagnia Enzo Cosimi. Prima assoluta.
“Corpus Hominis”, la creazione commissionata a Enzo Cosimi, rappresenta la seconda tappa della trilogia “Ode alla bellezza”, tre creazioni sulla diversità. Ode alla bellezza propone una riflessione sulle figure emarginate della società, spostando il suo asse dall’elemento estetico alla natura sociale del progetto, nell’intento di realizzare una coreografia politica.
A Bologna, in prima assoluta, il coreografo presenta l’installazione/performance Corpus Hominis, che nasce dal coinvolgimento di persone omosessuali anziane. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Gender Bender e Il Cassero LGBT Center.
Performance per un numero limitato di spettatori alla volta. Replica ore 21.30.
Ingresso € 5
http://www.danzaurbana.it/festival/corpus-hominis/

ore 21 (s)Nodi: dove le musiche si incrociano
Museo della Musica – Strada Maggiore 34
Lame da Barba – concerto. Dal valzer alla tarantella, dai Balcani all’Armenia (e ritorno), le Lame da Barba mantengono salde le radici nel Mediterraneo e “spettinano” la tradizione per creare brani originali in un linguaggio musicale nuovo ed attuale: vere e proprie colonne sonore come cornici per raccontare immaginari vasti e senza confini.
Con Francesco Paolino (chitarra, mandolino), Stefania Megale (sax soprano e sax tenore, clarinetto), Alessandro Predasso (chitarra, mandolino), Alberto Mammollino (kajon, darbuka, riq, tamburi a cornice), Giuseppe Dimonte (contrabbasso).
Francesco Paolino si è esibito in ensemble classici quali La Follia Guitar Orchestra. Oltre alle collaborazioni estemporanee collabora attivamente nella sonorizzazione di recital e spettacoli teatrali, in passato con attori della Commedia dell’Arte quali, tra gli altri,Tommaso Bianco, attualmente con attori quali Piergiuseppe Francione e Ginetta Maria Fino. Autore delle musiche nel duo cantautorale elettroacustico L’Ora dell’Onironauta dal 2012.
Alessandro Predasso: numerose le sue collaborazioni in ambito teatrale, dal bio-teatro con Giorgio Celli (2007) alla Commedia dell’Arte con l’attore napoletano Tommaso Bianco (2013), al teatro sperimentale con Danilo De Summa (2015). Attualmente si esibisce con la compagnia Teatro degli Incompatibili e con l’attore Piergiuseppe Francione.
Stefania Megale, nel suo percorso musicale forma il suo linguaggio tra varie esperienze musicali: world music, reggae, ska, Afrobeat, fino al repertorio popolare del sud Italia. Cantante e scrittrice nel duo cantautorale elettroacustico L’Ora dell’Onironauta dal 2012.
Alberto Mammollino, ricercatore e studioso di fonti orali della tradizione popolare del sud Italia, nonché percussionista e costruttore di tamburi a cornice. Studia interattivamente da diversi anni con David Kuckhermann, percussionista ed interprete di fama mondiale di frame drums, cajon, riq, udu, darkuba. Ideatore di laboratori nelle scuole sulla costruzione e suono di percussioni, e sulle varie tarantelle del sud Italia. Fondatore di progetti musicali sulla ricerca e recupero di testi antichi, attualmente percussionista di varie formazioni di musica etno popolare e world music.
Giuseppe Dimonte, bassista, contrabbassista, compositore, ha avuto numerosissime esperienze live e studio sia come contrabbassista che bassista; ha suonato in festival e club di vari paesi come Germania, Svizzera, Olanda, Spagna, Romania, Francia e Polonia; ha partecipato a diverse masterclass e concorsi, vincendo premi e borse di studio sia in ambito jazz che “moderno”. Dopo le collaborazioni in vari album come sideman, nel 2014 debutta col primo lavoro da leader “Morning Session” per l’ etichetta bolognese FonoFabrique. Con la stessa etichetta pubblica nel 2016 “Hieronymus”, del Pippi Dimonte quintet.
Ingresso intero € 10, ridotto € 8, gratuito per i minori di 18 anni. L’ingresso è consentito fino ad esaurimento posti.
Tutti i martedì della rassegna “(s)Nodi: dove le musiche si incrociano” il museo è aperto dalle ore 16 alle ore 21.
www.museibologna.it/musica

ore 21.15 Giardini al CUBO
Centro CUBO Unipol – Piazza Vieira de Mello, 3
Quello che le donne non dicono, con Serena Dandini. La “questione femminile” è da sempre al centro dell’interesse di Serena Dandini, autrice, scrittrice e conduttrice televisiva. Scandagliare con lucidità e ironia le mille sfaccettature dell’universo donna è quindi un po’ il suo mestiere. Le sue ospiti saranno la scrittrice Silvia Avallone, autrice di “Acciaio” e “Marina Bellezza” e Chiara Cretella, ricercatrice dell’Università di Bologna e membro del Csge, il Centro studi sul genere e sull’educazione del dipartimento di Scienze dell’educazione. A loro Serena Dandini chiederà ancora una volta di andare oltre quello che il pubblico conosce, oltre le parole già dette, scritte, cantate, per raccontare altro, per mettere in luce un’altra ennesima sfumatura dei mille colori che compongono la complessità dell’altra metà del cielo. In collaborazione con Mismaonda.
Ingresso libero
http://www.cubounipol.it/

ore 20.30 Certosa di Bologna – Calendario Estivo 2016
via della Certosa 18 (cortile Chiesa)
In viaggio verso il cielo – spettacolo a cura di G.A.I.A. Eventi.Il Colombario e le sue magnifiche sculture come emozionante scenografia di un “viaggio” alla scoperta dei monumenti di grandi personaggi così come di semplici cittadini, che hanno confidato nella mistica porta che conduce al cielo. Celeberrimi gli scultori che hanno dato volto a ciò che possiamo solo immaginare. La voce del soprano Paola Matarrese arricchirà la serata di note raffinate. Con Monica Fiumi.
Accompagnamento musicale con Enrico Bernardi, clavicembalo, e Paola Matarrese, soprano.
Prenotazione obbligatoria a info@bolognaeventi.com oppure tel. 051 9911923 (dal lunedì al venerdì, ore 10-13).
Ingresso € 20
www.museibologna.it/risorgimento

ore 18.30 Lady Stardust. Un’Estate sull’altra sponda
Parco del Cavaticcio – via Azzo Gardino, 65
Black Power, Coq’o’nuz dj – Soul, R&B, funky e electro saranno il trampolino di lancio per una scatenata passerella musicale degna di Oprah Winfrey.
Ingresso gratuito
cassero.it

ore 21 Kilowatt Summer
Serre dei Giardini Margherita – via Castiglione, 132-136
Fuga dal Paradiso – Brani Incolti: Vegetazioni letterarie alle serre.
Fuga dal Paradiso è un romanzo sequenziale ideato da Vasco Rialzo e Daniela Rispoli, in cui otto autori si sono dati il cambio alla scrittura, capitolo dopo capitolo e senza confronti tra loro.
La presentazione del libro avrà come ospiti gli autori Daniela Rispoli, Vasco Rialzo, Gianluca Morozzi e Fiorenza Renda.
Ingresso libero
www.facebook.com/kilowattbologna

ore 21 Notti Orfeoniche 2016
Arena Orfeonica – via Broccaindosso 50
“Offside” di Jafar Panahi (IRAN, 2006) 93’. Nel giorno della partita di qualificazione per i Mondiali di calcio fra Iran e Bahrain, una ragazza cerca di mimetizzarsi in mezzo a un pullman di tifosi per entrare allo stadio, dove le iraniane non sono ammesse per questioni di buoncostume. Un film che mantiene un carattere leggero, supportato da un sincero umorismo. Ed è attraverso questa modalità che il regista ci racconta l’assurdità delle regole imposte nella Repubblica islamica iraniana.
Ingresso € 3
http://orfeonicadibroccaindosso.blogspot.it/

ore 21.45 Arena Puccini 2016
Arena Puccini – via Sebastiano Serlio 25/2
“Ti guardo” di Lorenzo Vigas, Venezuela Messico/2015, 93’. Con Alfredo Castro, Luis Silva, Jericò Montilla. Leone d’oro, Mostra d’arte cinematografica di Venezia 2015
Ingresso intero 6 €, ridotto 4.50 €. Informazioni: 366-9308566 /340-4854509 (dalle ore 20.30)
cinetecadibologna.it

BolognadaSballo
da Piazza padella agli Albiroli lungo 9 secoli di storia – visite guidate in luoghi vari della città.
Tutte le sere d’estate si svolge un percorso fuori dal comune accompagnati dal “vecchio” Walkman che esce dal vintage e diventa moderna macchina del tempo guidando Bolognesi e turisti in un’avventura sonora accattivante.
Prenotazione obbligatoria nel sito www.bolognadasballo.it, oppure telefonando ai numeri 051480977 – 3284412533 in orario di ufficio.

Tutto il cartellone di bè bolognaestate 2016, caratterizzato dall’immagine della pecora realizzata da Cristian Chironi – già creatore di “Donkeys Tower” il Vecchione del Capodanno 2015/2016 è disponibile su bolognaestate.it, area di Bologna Agenda Cultura, il sito del Comune di Bologna che raccoglie e presenta ogni giorno le informazioni sulle attività culturali cittadine bolognagendacultura.it
Tutti gli eventi del cartellone sono presenti anche nell’app Bologna Agenda Cultura.
Info per scaricarla : www.bolognagendacultura.it/app
L’estate è anche mostre e musei: con la Card Musei Metropolitani di Bologna, tanti vantaggi e nuove opportunità per visitare i musei, le mostre e il patrimonio storico-artistico di Bologna e dell’area metropolitana www.cardmuseibologna.it

bè bolognaestate 2016 è il cartellone di eventi sostenuto e coordinato dal Comune di Bologna, con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e Gruppo Unipol.
artwork originale: Cristian Chironi
identità visiva e gestione artwork: LO studio

bè bolognaestate 2016
bolognaestate@comune.bologna.it
www.bolognaestate.it
bolognagendacultura.it

Facebook: https://www.facebook.com/bocultura
Twitter https://twitter.com/BolognaCultura
Instagram https://instagram.com/bolognacultura
#bolognaestate