XXI EmiliaRomagnaFestival: Omaggio a Fellini e Guerra questa sera a Faenza

3
Bologna – 01/06/2012 – l’attore Ivano Marescotti (Photo by Roberto Serra / Iguana Press)

FAENZA (RA) – Martedì 29 giugno ore 21.00

FAENZA Piazza della Molinella

Omaggio a Fellini e Guerra

IVANO MARESCOTTI voce recitante

ENSEMBLE DUOMO

Roberto Porroni chitarra

Pier Filippo Barbano flauto

Germana Porcu violino

Antonello Leofreddi viola

Marcella Schiavelli violoncello

Testi di Guerrini, Zavattini, Baldini, Guerra, Pedretti

Musiche di Rota, Porroni

In collaborazione con In Tempo 2021

Federico Fellini e Tonino Guerra, due poeti nati nella stessa terra e legati dal cinema, dall’invenzione di realtà visionarie, alcune delle quali hanno marcato a fuoco la storia del cinema e l’identità italiana ma anche dall’incanto delle fantasie infantili dei borghi romagnoli. Un omaggio ad entrambi nell’interpretazione coinvolgente e divertita di Ivano Marescotti accompagnati dalla musica di un altro grandissimo: Nino Rota compositore delle colonne sonore di alcuni dei più importanti film del grande maestro riminese.

IVANO MARESCOTTI

Attivo in teatro dal 1981, lavora fra gli altri con Mario Martone, Carlo Cecchi, Giampiero Solari, Giorgio Albertazzi. L’esordio al cinema è datato 1989 con l’incontro con Silvio Soldini e la partecipazione al film L’aria serena dell’ovest lo convince a dedicarsi prevalentemente al cinema. Interpreta oltre cinquanta film, lavorando con registi di indiscussa importanza, tra i quali i premi Oscar Antony Minghella e Ridley Scott e, fra gli altri: Marco Risi, Roberto Benigni, Pupi Avati, Sandro Baldoni, Maurizio Nichetti, Carlo Mazzacurati, Marco Tullio Giordana, Antonello Grimaldi, Klaus Maria Brandauer, Antoine Fuqua, John Irvin. Negli anni 2000 si dedica a fiction televisive di successo quali “Raccontami”, “i liceali” ecc. L’attività cinematografica gli frutta 4 nomination al Nastro d’Argento, che vince nel 2004. Dal 1993 inizia un lavoro di recupero del suo dialetto Romagnolo, tornando in teatro con i testi di Raffaello Baldini, per poi rileggere e riscrivere alla sua maniera grandi come Dante (Dante, un patàca ispirato alla Divina Commedia) e Ariosto (Bagnacavàl, una contaminazione tra il basso dialetto romagnolo e l’Orlando Furioso). Dal 2002 il Comune di Conselice gli assegna in gestione la programmazione del Teatro Comunale dove, oltre a gestire un cartellone teatrale nazionale, progetta e produce i suoi spettacoli. Nel 2004 costituisce la Patàka S.r.l. con la quale gestisce le proprie proposte culturali.