Week end alla scoperta delle bellezze di Cesena

CESENA – Un fine settimana dedicato alla cultura, dall’arte alle curiosità storiche della città malatestiana fino ai parchi didattici e alle aree verdi. Con la riapertura dei musei e dei luoghi di cultura, a condizione che, come indicato dal Decreto firmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri, assicurino modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone, il Comune invita tutti i cittadini a trascorrere un fine settimana alla scoperta di Cesena.

“In queste settimane – commenta l’Assessore alla Cultura Carlo Verona – in tutta la Regione sono crollate le presenze e gli incassi per i musei, grandi e piccoli, gallerie d’arte comprese, con ripercussioni importanti anche per le strutture ricettive. È importante non dimenticare i nostri luoghi culturali, dalla Biblioteca Malatestiana Antica alla Rocca per approdare alle originali bellezze del Museo Musicalia di Villa Silvia Carducci e del Museo dell’Ecologia. La cultura non si ferma e in questo senso Cesena offre una variegata offerta indirizzata alle famiglie che nel corso del fine settimana possono godere della città. I visitatori, così come previsto dalla decretazione d’urgenza messa a punto dal Governo italiano per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, dovranno poter rispettare la distanza di almeno un metro fra di loro all’interno dei musei e degli altri luoghi”.

Contagiamoci di cultura! È questo lo slogan promozionale lanciato per incoraggiare i cesenati a visitare la Biblioteca Malatestiana Antica aperta sabato dalle 9 alle 16 e domenica dalle 10 alle 16 (i gruppi visita non potranno essere superiori alle 15 persone), la Rocca Malatestiana, aperta al pubblico nel fine settimana dalle 9.30 alle 16.30, Villa Silvia, aperta sabato e domenica dalle 15 alle 18 con la possibilità di visitare il parco di 5 ettari con giardino parlante e il viale dei Cavalieri tanto amato dal Carducci, la Pinacoteca comunale, aperta sabato dalle 9 alle 18 e domenica dalle 10 alle 18, e le Gallerie d’arte del Ridotto e Ex Pescheria, aperte dalle 10.30 alle 12.30 e al pomeriggio dalle 16 alle 19. Inoltre, la mostra “Arpad Weisz. Una storia di sport e razzismo” in Galleria Pescheria sarà prorogata fino al 26 aprile per lasciare la possibilità a più persone di visitarla.