Visibili nell’Invisibile – di Cantieri Meticci

30

Appuntamenti online per rimanere in fermento, con Elia Dal Maso

BOLOGNA – In attesa di ritrovarci di persona per dare vita e sostanza a momenti di teatro, sperimentiamo l’avvio di un percorso laboratoriale con i mezzi che la tecnologia ci mette a disposizione. Il teatro è stare insieme, condividere un luogo, sentire il corpo, la presenza dell’altro, ma la creatività e la voglia di costruire trovano sempre forme e modi per esprimersi e farsi spazio.

IL LABORATORIO
In attesa di riprendere le attività dal vivo, abbiamo cercato il modo per lavorare insieme, anche se distanti, alla costruzione di uno spettacolo liberamente ispirato all’opera Le Città Invisibili di Italo Calvino.

Grazie a zoom.us, una piattaforma online gratuita che permette di gestire video-incontri di buona qualità, esploreremo il testo di Calvino alternando esercizi e letture, giochi e suggestioni.

E se pensate che questo sia poco, tenetevi forte e armatevi di forbici e colla, carta e pennarelli perché costruiremo – con materiali facili da reperire e il più possibile di riciclo – piccoli mondi fantastici: interpretazioni possibili delle tante città immaginate da Calvino, ma anche strutture nuove e immaginifiche frutto dei nostri confronti e dei contributi di tutti noi.

QUANDO

A partire dal 15 aprile e fino a giugno, ogni mercoledì e venerdì dalle 17.30 alle 19.00.

COME PARTECIPARE

La partecipazione è aperta a tutti: per sentirsi meno soli, per immaginare il futuro, per usare uno schermo in maniera attiva e partecipe.

Tutto quello che serve è un computer o un cellulare, una connessione discreta e tanta voglia di divertirsi e costruire insieme.

Segnalateci il vostro desiderio di esserci scrivendo a formazione@cantierimeticci.it e vi invieremo il link per connettervi alla piattaforma zoom.us.

Il link sarà pubblicato anche sulle nostre pagine Facebook e Instagram.

Elia Dal Maso, diplomato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, è un regista di teatro e docente di manualità creativa con un’ampia esperienza nel campo della progettazione e trasformazione, soprattutto di materiali naturali e di riciclo.