Via Panni: oltre 1.000 partecipanti al “Che ne pensi”

5

I risultati della consultazione digitale che ha espresso la preferenza per il sottopasso stradale, anche tra chi abita più vicino al passaggio a livello

MODENA – Sono stati complessivamente 1.060 i cittadini che hanno partecipato alla consultazione digitale sul superamento del passaggio a livello di via Panni consultando il questionario sul sito del Comune nella sezione “Che ne pensi”, uno degli strumenti dell’ente per informare e raccogliere le opinioni dei cittadini e stimolarne il coinvolgimento e la partecipazione.

Sono stati oltre 700 quelli che hanno compilato il questionario esprimendo il proprio parere sulla base dell’esperienza diretta: il 95 per cento di questi, infatti, percorre il tratto stradale interessato almeno una volta al mese soprattutto in auto; quatto su dieci (40,4 per cento) ben più spesso, oltre dieci volte alla settimana. E il 60 per cento risponde che lo trova molto trafficato, con tempi di attesa che per quasi la metà delle persone che hanno risposto sono tra i 5 e i 10 minuti.

Tre su quattro dei cittadini che hanno risposto al questionario (il 74 per cento, circa 500 persone) hanno affermato di ritenere utile un’infrastruttura per superare il passaggio a livello e la grande maggioranza di loro (il 68,4 per cento) ha scelto il sottopassaggio stradale rispetto al ponte ferroviario.

Le percentuali delle risposte sono esattamente uguali tra maschi e femmine e non cambiano in modo significativo nemmeno tra le diverse fasce di età dei cittadini: il sottopasso supera il 70 per cento tra i più giovani e nella fascia 45-64 anni e solo tra gli over 65 si ferma al 59,3.

Anche la residenza non determina opinioni diverse in maniera significativa. I più vicini al passaggio a livello (entro i 500 metri) scelgono il sottopasso al 62,4 per cento; tra i 500 metri e il chilometro la percentuale sale al 67,7 e oltre il chilometro raggiunge il 72,5, mentre tra chi abita fuori dal territorio comunale “scende” al 57,1 per cento.