Via Emilia ovest: nuova ciclabile in uscita dal centro

21

Agli incroci semaforizzati saranno realizzate tre case avanzate per ciclisti. La ciclabile esistente diventa monodirezionale verso il centro, previsti due nuovi attraversamenti

MODENA – Con gli interventi della mobilità d’emergenza, l’attuale percorso ciclabile bidirezionale esistente sul lato sud di via Emilia ovest diventerà monodirezionale in direzione centro storico, mentre sul lato opposto della carreggiata sarà realizzata una nuova pista ciclabile monodirezionale in uscita dalla città su corsia riservata.

Sarà rimodulato il percorso esistente di circa 800 metri, che nel tratto da largo Porta Sant’Agostino a via Rainusso è realizzato in corsia riservata separata dalla sede veicolare attraverso aiuole e nel tratto da via Rainusso a viale Italia è in corsia riservata su carreggiata stradale.

In uscita dal centro su via Emilia ovest, vista l’ampiezza della strada, sarà ricavata dalla carreggiata una vera e propria pista ciclabile riservata (percorso delimitato da linea gialla) e, così come per le vie Tagliazucchi-Grimelli, saranno utilizzate le novità introdotte nel Codice della strada dal decreto Rilancio e dal decreto Semplificazioni del Governo. In particolare, in corrispondenza dei principali incroci semaforizzati (all’altezza di largo Porta Sant’Agostino, largo Moro e viale Barozzi), è prevista la realizzazione di tre case avanzate per ciclisti, che consentono a questi ultimi di aspettare il verde in una posizione, appunto, più avanzata e visibile rispetto agli altri veicoli, agevolandoli nella possibilità di svolta dal momento che possono affrontare per primi l’area di intersezione. Nel tratto tra largo Moro e via Gherardi è prevista la linea tratteggiata, in quanto sono presenti spazi dedicati alla sosta su strada e ai cassonetti della raccolta differenziata, che richiedo la possibilità dell’accesso da parte di altri mezzi.

È in programma, inoltre, una revisione globale del sistema degli attraversamenti ciclabili e pedonali, dove sarà rinfrescata e verrà implementata la segnaletica esistente e verranno realizzati due nuovi punti di attraversamento in corrispondenza di via Zannini e di viale Storchi (largo Marco Biagi). In quest’ultimo, in particolare, l’attraversamento sarà integrato da un’isola salvagente per consentire il transito dei pedoni in due tempi e per migliorare la riconnessione con la pista ciclabile proveniente da nord. È infine prevista la rimodulazione di alcune isole spartitraffico in largo Moro, con l’adeguamento della segnaletica orizzontale e verticale, in modo da migliorare la leggibilità degli spazi per un utilizzo più funzionale da parte delle diverse componenti della mobilità.