Via Emilia ovest, lavori per la rotatoria dello scalo merci

83

Nelle notti 16-17, 20-21 e 21-22 marzo intervento di innesto dell’infrastruttura realizzata da RFI sull’asse stradale all’altezza di Cittanova. Sensi unici alternati regolati da semafori

rotatoria scalo merciMODENA – Entro qualche giorno entrerà in esercizio la nuova rotatoria dello scalo merci ferroviario in corso di realizzazione da parte di RFI (Rete Ferroviaria Italiana spa) a fianco dell’attuale sedime stradale di via Emilia ovest, immediatamente oltre l’abitato di Cittanova in direzione periferia.

Come richiesto dal Comune di Modena, visti i significativi volumi di traffico sull’asse stradale, i lavori di innesto della nuova rotatoria sulla via Emilia che comporteranno impatto sulla viabilità verranno realizzati in orario notturno, dalle 21 alle 6. In particolare, i lavori si concentreranno nel tratto tra via della Ghiaia a Cittanova e il sottopasso ferroviario di recente realizzazione e verranno effettuati nella notte tra giovedì 16 e venerdì 17 marzo, tra lunedì 20 e martedì 21 marzo e tra martedì 21 e mercoledì 22 marzo. Gli interventi richiederanno sensi unici di marcia alternati e deviazioni differenti a seconda delle diverse fasi del cantiere, che saranno adeguatamente indicati con segnaletica verticale e impianti semaforici mobili. Nelle ore diurne invece i lavori proseguiranno a margine della sede stradale senza impatto diretto sulla viabilità. La circolazione in uscita dalle vie Viazza di Ramo e strada Rametto, durante l’intervento sarà infine regolata manualmente da movieri.

Dopo il completamento di questa fase di lavori, la circolazione veicolare sarà indirizzata sulla nuova rotatoria che entrerà quindi, a tutti gli effetti, in funzione. L’area dell’infrastruttura sarà oggetto di ulteriori lavori di posa del tappetino stradale durante l’ultima settimana di marzo.

Nell’ambito dei lavori dello scalo merci ferroviario e della nuova rotatoria a cura di RFI, su richiesta del Comune di Modena, sarà inoltre realizzato un tratto di ciclopedonale che andrà a riconnettere quello già presente ma attualmente chiuso all’altezza del sottopasso con il centro urbanizzato di Cittanova su via Della Ghiaia.