Verucchio: questa sera a “Cantami O Diva” l’atto finale della battaglia epica

verucchioDopo aver esplorato il borgo malatestiano in un percorso guidato, i partecipanti verranno accompagnati al Museo civico archeologico di Verucchio dove visiteranno i rari reperti villanoviani presenti al suo interno

VERUCCHIO (RN) – Sabato 18 agosto, nel suggestivo borgo di Verucchio torna tutta la magia di “Cantami O Diva!”, il nuovo percorso guidato alla scoperta del centro storico malatestiano tra cultura e buon cibo.

Dalle ore 20.30, dopo aver visitato il centro storico e Museo civico archeologico e mangiato nell’area esterna dell’ex Monastero di Sant’Agostino lo squisito pic-nic preparato da Piadastyle Verucchio, al Museo Villanoviano (ore 22.00) andrà in scena la seconda parte del reading letterario dell’Iliade di Omero.

verucchioSul palco gli attori della Compagnia Teatrale Fratelli di Taglia, Daniele Dainelli e Giovanni Ferma che hanno “interpretato” l’Iliade di Omero seguendo le tracce della riscrittura “Omero, Iliade” di Alessandro Baricco e la bellissima traduzione in prosa “Iliade” di Maria Grazia Ciani.

Il reading è stato diviso in due parti, proprio come le due fasi dell’ira funesta di Achille. Nella prima parte il rifiuto del semidio di andare in guerra perché Agamennone ha portato via il suo bottino di guerra: Briseide. Nella seconda parte il racconto svelerà al pubblico le tragiche note della morte di Patroclo e della furia vendicativa di Achille contro l’eroe troiano Ettore.

Achille quello che ci mette più tempo, nell’Iliade, a scendere in battaglia. Proprio lui che è verucchiol’incarnazione più feroce e fanatica della guerra. Come una donna assiste da lontano alla guerra, suonando una cetra e rimanendo al fianco di quelli che ama. Ma alla fine Achille, che è l’inconfessabile di tutti gli eroi, esplode nella chiarezza senza mediazioni di un parlare esplicito e definitivo. Quel che lui dice davanti all’ambasceria mandatagli da Agamennone è forse il più violento e indiscutibile grido di pace.

Si possono rubare buoi e pecore; si possono acquistare tripodi e cavalli dalle fulve criniere ma la vita dell’uomo non ritorna indietro. E’ questo il dolore di Achille quando viene a sapere della morte di Patroclo.

E’ nella voce di Achille che, sepolta sotto un monumento alla guerra, dice addio alla guerra, scegliendo la vita, riconsegnando il corpo di Ettore a Priamo e piangendo insieme a lui i lutti provocati dalla terribile guerra di Troia.

A dominare sarà un patos di parole ma anche di immagini grazie alle meravigliose illustrazioni live della sorprendente mano artistica di Mauro Masi che, in tempo reale, disegnerà con la sabbia sulla lavagna luminosa gli atti cruciali delle vicende e proiettati in diretta su un grande schermo.

Ad accogliere il pubblico al Museo saranno le note di Bach interpretate dal violino solista di Alessandro Filipucci.

La colonna sonora della performance è stata composta dalla musica elettronica di Marco Capelli in arte Kino.

“Cantami O Diva!” è coordinata da Arcipelago Ragazzi Estate 2018, in collaborazione con Comune di Verucchio, con la direzione artistica della Compagnia Fratelli di Taglia, il sostegno di Regione Emilia-Romagna e MIBACT, il patrocinio di Gruppo Hera, la collaborazione del Museo Archeologico Verucchio, Tiee – Cibo & Vino e Piadastyle Verucchio.

Visita guidata e spettacolo INGRESSO LIBERO
cestino pic-nic € 12 (necessaria la prenotazione al n. 3299461660)
www.fratelliditaglia.com – FB Fratelli di Taglia
www.arcipelagoragazzi.it