Verucchio: giovedì i Fratelli di Taglia in “Inferno 2-step” al Museo Civico Archeologico

7
Inferno

VERUCCHIO (RN) – Giovedì 19 agosto 2021 (ore 21.30) presso il Museo Civico Archeologico di Verucchio in scena la nuova produzione della Compagnia Fratelli di Taglia INFERNO 2 – STEP, Viaggi Danteschi.

Con Daniele Dainelli e Giovanni Ferma.

Musica dal vivo Alberto Melloni moog, Marco Kino Capelli hand pad & percussion e Andrea Bracconi sax

Immagini dal vivo Massimo Modula.

Un sogno magnifico di rifare il mondo. È questo l’obiettivo che spinge Dante nella Divina Commedia. Il poeta, vista l’impotenza dell’Imperatore e della Chiesa di garantire pace e giustizia, si erge come mistico salvatore della Terra e di sé stesso.

Così partirà il suo pellegrinaggio nell’oltretomba, il punto di partenza del sentiero della redenzione: l’Inferno.

Dante e Virgilio varcano la “fatale porta” e da questo momento in poi, un orrido spettacolo si mostrerà davanti ai loro occhi.

Le voci narranti degli attori della Compagnia Fratelli di Taglia immergeranno il pubblico in questo clima tetro e terrificante, facendo ripercorre alcuni dei gironi dell’Inferno raccontati da Dante e daranno voce ai diversi personaggi che incontrerà sul suo cammino. Una scrittura oscura, ricca di metafore ma fortemente empatica, che verrà musicata dal vivo da Alberto ‘Mello’ Melloni e Marco ‘Kino’ Capelli. Una ‘colonna sonora ad hoc’ elettronica che appartiene al genere garage britannico (2-step garage) che rappresenta la contemporaneità sposandosi mirabilmente con i canti che verranno messi in scena.

Paesaggi desolati, fiumi rossi di sangue, foreste spettrali fitte di alberi contorti in cui vivono (se così si può dire) i dannati costretti a pagare per gli errori commessi.

Nell’Inferno di Dante vita, bellezza e sentimenti esistono ma al negativo, tutto è capovolto.

Nell’Inferno trionfa la materia, le pene a cui sono sottoposti i dannati non cancellano i loro peccati ma anzi, li rendono eterni.

Un “eterno dolore” che si manifesta in suoni, figure e parole; si estende per 9 cerchi e 34 canti caratterizzati da una intensa drammaticità, ultimo baluardo di umanità nel contesto infernale.

Gli spettatori incontreranno alcuni dei protagonisti del caos architettato da Dante nell’Inferno, l’amore impossibile di Paolo e Francesca, il suicida Pier delle Vigne, Ulisse fraudolento e altri.

In “un’aria morta” di un’atmosfera “senza tempo tinta” comincia il viaggio, un’analisi delle diverse forme del male all’interno di un destino universale.

Ingresso gratuito

Attive le prenotazioni telefoniche al numero 320 5769769

PER POTER PARTECIPARE È OBBLIGATORIO ESIBIRE IL GREEN PASS.