V Commissione, parere favorevole alla variazione di bilancio

22

Dalla lotta all’evasione oltre 2 milioni di euro per il sostegno alle imprese, per i maggiori costi sostenuti per le utenze e per gli investimenti strategici

palazzo del municipio RiminiRIMINI – Sostegno alle imprese, assorbimento delle maggiori spese per le utenze, investimenti sulle opere strategiche rappresentano alcune delle voci principali contenute nella variazione di bilancio che questa mattina ha ottenuto il parere favorevole della V commissione consigliare. Una manovra che consente attraverso l’importante azione di recupero dell’evasione fiscale di andare a intervenire su diversi piani, andando a garantire, oltre alla copertura per i maggiori costi legati ai rincari delle utenze, anche nuovi investimenti a sostegno del tessuto economico e per proseguire nel programma di riqualificazione e infrastrutturazione della città.

La manovra che sarà discussa in Consiglio comunale prevede in parte corrente maggiori entrate pari a oltre 2,1 milioni frutto del recupero evasione dell’Imu (1,3 milioni), della Tares e Tari (720mila euro) e dell’imposta di soggiorno (91mila euro), a cui si somma l’incasso da parte dell’Amministrazione dell’Imu sulle piattaforme marine versata da Eni (tranche da 1,2 milioni).

Risorse che, insieme alle altre voci iscritte nella manovra, contribuiranno a coprire il maggiore costo per la gestione dei consumi energetici ed idrici, pari a circa 2,25 milioni e per la pubblica illuminazione, senza andare a intaccare l’avanzo di bilancio.

Attraverso la manovra si aggiungeranno inoltre 135.000 euro al fondo per il bando “Sostegno alle imprese”, progetto del Comune di Rimini che ha già permesso l’assegnazione di un contributo economico a fondo perduto per cento attività che hanno subìto un calo di fatturato a seguito dello stato di emergenza causato dalla pandemia. Con l’estensione del fondo si esaudirà la graduatoria, rispondendo a tutte le 150 domande ammesse a contributo.

Parte delle risorse derivanti dalle maggiori entrate di parte corrente saranno inoltre accantonate come previsto dalle normative per il Fondo crediti dubbia esigibilità.

Sul fronte degli investimenti, attraverso l’avanzo di amministrazione libero (1,4 milioni) si andranno a finanziare interventi diffusi sul territorio come la realizzazione del campo da calcio di Corpolò, la messa in sicurezza del ponte dello Scout, la manutenzione degli edifici scolastici, il cimitero civico monumentale.

La manovra di bilancio prevede inoltre un cambio di finanziamento per la realizzazione del parcheggio interrato Marvelli, di cui è stato recentemente approvato il progetto definitivo. L’opera sarà infatti finanziata non attraverso l’accensione di un mutuo, ma attraverso i fondi Fsc (Piano operativo fondo sviluppo e coesione infrastrutture 2014-2022), per un investimento di circa 12,6 milioni di euro.